SAN NICOLA DA CRISSA (VV) – Restaurato il portone della Chiesa del Santo Rosario

È tornato al suo splendore l’antico portone della Chiesa del Santo Rosario di San Nicola da Crissa, grazie ai lavori di restauro voluti dall’omonima confraternita, guidata dal priore Vito Carnovale.

I restauri sono stati svolti dagli artisti e restauratori sannicolesi Vito BellissimoFrancesco CarnovaleAntonio LavecchiaDomenico Galloro.

Il portone, realizzato dal Maestro Francesco Galati di Vallelonga, ultimato nel 1954, anno in cui la Chiesa cattolica celebrò il primo anno Mariano per lasciare un ricordo tangibile dello stesso. L’opera è caratterizzato da diversi altorilievi, tra cui l’Angelo che sparge le rose, lo stemma della Vergine e il simbolo Eucaristico.

Insieme al portone, sono state restaurate le porte che danno ingresso sull’altare centrale e nella sacrestia, dove è esposta la statua della Madonna del Rosario di Pompei, su richiesta del priore Carnovale e del suo vice Nicola Sabatino. (rvv)

SAN NICOLA DA CRISSA (VV) – Nasce il Museo dell’Emigrazione

A San Nicola da Crissa, nascerà un nuovo Museo: si tratta del Museo dell’Emigrazione, un progetto del periodico La Barcunata fondata da Bruno Congiustì 25 anni fa.

«Si sta per realizzare un sogno coltivato da una vita – ha dichiarato l’editore Congiustì -. In questi primi 25 anni abbiamo raccontato  la nostra emigrazione, oggi la mettiamo a disposizione di tutti».

«Questo piccolo gioiello – ha proseguito Congiustì – vuole essere l’occasione di riscatto di un paese che si sta adagiando sulla rassegnazione, noi non vogliamo mollare e soprattutto vogliamo trasformare la nostra dolorosa emigrazione in qualcosa di positivo verso il nostro paese».

«Lavoreremo – ha concluso Congiustì – affinché anche i nostri emigrati che ogni anno tornano in paese possano avere un luogo dedicato a loro. Per chi vuole collaborare le porte saranno aperte, come per studiosi e studenti che vogliono approfondire attraverso la nostra vasta documentazione».

L’idea del Museo, che sorgerà nei locali dell’ex farmacia e dell’ex ufficio postale che saranno unificati, ha trovato, anche, l’appoggio della Filitalia International di Vibo Valentia, e della Consulta delle Associazioni Valle dell’Angitola, dalla web tv dei Calabresi nel mondo www.kalabriatv.it e alle Associazioni all’estero, con in testa del Club Sannicolese di Toronto, Club Vallelonga – Monserrato e Maierato Club.

Il Museo ospiterà numerosi cimeli dell’emigrazione, documenti inediti, oggetti e fotografie che potranno essere motivo di consultazione per appassionati e studiosi. (rvv)

 

S. NICOLA DA CRISSA (VV) – Lunedì il libro “Da Isca a Filadelfia”

Lunedì 5 agosto, a San Nicola Da Crissa, alle 22.00, a Piazza Crissa, la presentazione del libro Da Isca a Filadelfia di Pasquale Nestico.

L’iniziativa, inserita all’interno della Festa degli Emigrati organizzata dal circolo Arci “La Scintilla”, sarà l’occasione per fare conoscere al pubblico l’Sssociazione che a Philadelphia, negli Stati Uniti gestisce persino un museo sopra l’emigrazione e per questo, quale migliore occasione di inserirla all’interno di una manifestazione rivolta proprio agli emigrati, in uno dei paesi a più alta percentuale di emigrazione al mondo.

La serata sarà aperta dai saluti dei sindaci di San Nicola da Crissa e Capistrano, Giuseppe Condello e Marco Martino, seguiti dai presidenti dei chapter calabresi Nicola Pirone e Manuelita Scigliano.

L’autore dialogherà con l’editore della rivista La Barcunata Bruno Congiustì, con il regista Davide Manganaro e con l’antropologo Pino Cinquegrana. Saranno presenti in piazza anche le Associazioni che fanno parte del programma Valle dell’Angitola, della quale la Filitalia international chapter di Vibo Valentia è tra i promotori.

Il libro del dott. Nestico, fondatore della Filitalia international, la biografia in italiano e inglese che racconta la storia di uno dei cardiologi più famosi nel Nord America, dall’infanzia in Calabria fino all’arrivo e l’affermazione negli States.

Nestico ha voluto narrare la sua vita in tutta semplicità e umiltà, descrivendo il suo percorso senza giudicarlo, provando a tracciare momenti e fatti di vita reale, con la speranza che qualche giovane lettore possa trovarvi ispirazioni valide. La sua storia, da muratore a soli tredici anni in Calabria a professore universitario di cardiologia negli Stati Uniti, da padre di famiglia a fondatore di un’associazione internazionale, vero fiore all’occhiello degli emigrati calabresi nel mondo.

Il libro è edito da Mazzanti Libri. (rvv)