;
La letteratura salverà la Calabria

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Sabato l’evento culturale “La letteratura salverà la Calabria”

Sabato 2 ottobre, a Cassano allo Ionio, alle 18.30, al Salone delle Terme Sibarite, l’evento culturale La letteratura salverà la Calabria, organizzato dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Gianni Papasso e su proposta dell’assessore alla cultura, Anna Maria Bianchi.

Interverranno autorevoli personalità del mondo della cultura, i quali, nell’occasione focalizzeranno la loro riflessione sul manifesto, che contiene l’appello della scrittrice Giusy Staropoli Calafati, che coadiuvata da numerosi scrittori e intellettuali, ha indirizzato alla classe intellettuale del Paese e, in particolare, al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e per conoscenza anche al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio, al Ministro per il Sud, alla Regione Calabria e all’Ufficio Scolastico Regionale, affinché vengano integrati i programmi scolastici ministeriali mediante l’inserimento dello studio di scrittori calabresi.

Il programma della serata, prevede i saluti dell’assessore alla Cultura del Comune di Cassano All’Ionio, Anna Maria Bianchi e del sindaco Gianni Papasso, che faranno da prologo agli interventi della scrittrice Giusy Staropoli Calafati che illustrerà il Manifesto e le finalità dell’iniziativa; dello scrittore, medico e politico Santo Gioffrè, autore, tra l’altro dell’opera Artemisia Sancez; della professoressa Loredana Giannicola, Componente del gruppo regionale per la Formazione dei Dirigenti Scolastici dell’USR Calabria; del demologo Leonardo Alario, presidente dell’IRSDD e del vescovo della diocesi di Cassano Jonio, monsignor Francesco Savino.

I lavori dell’assise, saranno moderati dal giornalista Mimmo Petroni, Responsabile del Settore “Comunicazione Istituzionale” del Comune di Cassano All’Ionio. Per il professore Leonardo Alario, «lo studio degli autori calabresi può aprire gli occhi agli studenti italiani sulla vera realtà storica, culturale e sociale della Calabria, sfatando tanti pregiudizi maturati nel passato».

«Scopriranno – ha aggiunto – che i grandi di Calabria hanno rinsanguato gran parte della cultura Italiana”. L’encomiabile iniziativa, sarà, di certo, un’ottima occasione per dare ulteriore impulso all’iter del progetto». (rcs)