;
dizionario

La Calabria dalla A alla Z: nasce il dizionario online dei calabresi contemporanei

È sulla rete, con trentatrè autori, tutti studiosi calabresi, conosciuti e non, il Dizionario biografico della Calabria contemporanea a cura di Pantaleone Sergi.

«Si tratta – ha spiegato il curatore Sergi – la più importante che sia stata fatta in Calabria. Altre 35 biografie sono in lavorazione. È un cantiere aperto a cui tutti gli studiosi possono collaborare».

Il dizionario è stato realizzato nell’ambito del progetto Politica e politici in Calabria dal 1861 a oggi, è in parte finanziato dalla Regione con i fondi del Pac Calabria, progetto che prevede anche la pubblicazione di un volume sui 25 Costituenti calabresi.

L’iniziativa è stata presentata nella Biblioteca Tarantelli dell’Università della Calabria, e ha visto la presenza di Damiano Silipo, presidente della Biblioteca, Paolo Palma, presidente dell’Istituto Calabrese per la storia dell’antifascimo e dell’Italia contemporanea e Vittorio Cappelli, presidente dello stesso Istituto.

«Con queste due importanti iniziative – ha dichiarato il presidente Palma – l’Icsaic darà un importante contributo alla cultura calabrese. Il primo blocco di biografie è già’ in rete e su altre si sta lavorando. Il volume sui Costituenti conterrà le biografie dei deputati eletti all’Assemblea costituente e i relativi atti parlamentare, per i quali ci avvaliamo dell’alta professionalità della Biblioteca della Camera dei Deputati».

I due focus – Dizionario e Costituenti -, secondo il direttore dell’Icsaic Vittorio Cappelli, «intendono dare energia e visibilità alle forze sane della regione e alla storia politica e culturale della Calabria».

«Ci soffermeremo – ha proseguito il direttore Cappelli – sul contributo della Calabria alla nascita della Costituzione repubblicana e, col dizionario, faremo conoscere al mondo i calabresi illustri’ nella politica, nella cultura, nelle arti, nell’imprenditoria e altro. Faremo, insomma, una nuova e vera narrazione della Calabria che non si nasconde i drammi sociali e politici».

Parlando del progetto Dizionario, infine, Sergi ha spiegato che delle 100 voci già online, 28 sono di uomini politici (di epoca liberale, fascista e repubblicana), 10 di scultori e pittori, 7 di intellettuali e storici, 7 di giornalisti, 6 di imprenditori, 5 di religiosi, 5 di musicisti, 5 di uomini della Resistenza, le altre avvocati, pedagogisti, medici, prefetti, cantanti, attori, stilisti, scienziati.

«Ogni voce – ha spiegato il curatore dell’opera – inizia con le informazioni basilari su luogo e data di nascita e di morte, origini familiari e relativo contesto. Il testo costituisce un continuum narrativo, in linea di massima a base cronologica. In esso, oltre alle informazioni biografiche, formazione, studi, percorso politico-istituzionale e culturale del biografato, sono riportati riferimenti alle sue opere ecc. È importante la nota bibliografica e l’elenco delle Opere e, quando c’è, anche una nota archivistica». (rcs)