;
casa sanremo

Sanremo 2020, la Calabria c’è con le sue eccellenze

A Paludi, il Parco Archeologico “Castiglione di Paludi”, ha ospitato la conferenza di presentazione della partecipazione di Istituzioni, Associazioni e aziende della Calabria e della Puglia a Casa Sanremo 2020.

Nato da una idea di Vincenzo RussolilloMauro Marino, si tratta dell’evento collaterale che rappresenta l’hospitality del Festival della Canzone Italiana.

Durante la conferenza, coordinata dal sociologo e giornalista Antonio Iapichino, nell’illustrare la progettualità di quest’edizione, Giuseppe Greco, referente per la Calabria di Casa Sanremo, ha sottolineato  l’importanza di fare rete. Ha spiegato che  durante il format L’Italia in Vetrina, il format televisivo che celebra la ricchezza enogastronomica di vari territori nazionali, condotto da Cataldo Calabretta, verranno presentati i piatti tipici calabresi e pugliesi, quindi, verranno raccontati i territori, tra storia, leggende, descrizioni di patrimoni artistici, bellezze turistiche e quanto di meglio queste regioni hanno da offrire.

Il referente Greco, inoltre, ha riferito che le istituzioni calabresi e pugliesi che parteciperanno a Casa Sanremo 2020 saranno il Comune di Paludi, il Comune di Villapiana, il Comune di Barletta e il Patto territoriale Nord barese/ofantino, mentre le aziende saranno: Caseificio Parrilla, Montagna, Consorzio di tutela Patata della Sila, Azienda agricola rossanese di Pietro Curia, Pedro’s, Gmd Romano, G.M Distribuzione, Frantoio oleario rossanese di Natale Curia e Asseliti Caseificio.

Il sindaco di Paludi, Stefano Graziano, nel portare il saluto della propria comunità, ha sottolineato l’importanza di riqualificare il parco archeologico. Partendo da questo presupposto, ha riferito di aver sposato subito l’idea di partecipare, per la prima volta, a Casa Sanremo.

«Far conoscere il nostro parco – ha commentato il sindaco Graziano – significa incentivare il turismo nel nostro territorio, quindi, anche crescita economica». Lo stesso Graziano ha fatto notare l’importanza del parco archeologico, che può rappresentare il volano di sviluppo del territorio. 

L’assessore al turismo del Comune di Villapiana, Stefania Celeste, ha spiegato che l’esecutivo comunale ha deciso di partecipare all’evento nella città ligure, «perché non è un evento di carattere turistico, ma un’opportunità in cui si ha la possibilità di proporre il proprio pacchetto di promozione territoriale».

L’assessore Celeste messo in luce che Villapiana è «un comune con 8 chilometri di costa, 20 stabilimenti balneari e tre tipologie di spiagge, con un centro storico alto, ma a soltanto 4 km dal mare. Fattori che rappresentano punti di forza per l’attrazione turistica. A tale scopo l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Paolo Montalti, sta investendo in eventi volti alla promozione».

«L’Amministrazione comunale – ha aggiunto l’assessore Celeste – sta investendo in eventi volti alla promozione».

In occasione di Casa Sanremo e, successivamente della Bit, verrà consegnata una tourist card. Il  pluripremiato pizzaiolo calabrese Pietro Tangari (Pedro’s) ha riferito che questo sarà il suo settimo anno a Casa Sanremo. Per l’occasione proporrà un nuovo prodotto: una la focaccia ripiena con caciocavallo Dop e patate della Sila. (rrm)