REGGIO – La Camera di Commercio ha riorganizzato le proprie attività

La Camera di Commercio di Reggio Calabria, per aiutare le imprese, i professionisti e i cittadini-utenti a far fronte alle difficoltà ed alle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria da Covid-19,ha riorganizzato le proprie attività.

E, per farlo, ha ridotto al minimo lam modalità frontale nell’erogazione dei servizi, compresi i servizi, ma garantendone la continuità attraverso la gestione a distanza e il ricorso allo smartworking, che consente  l’assistenza anche da remoto da parte del personale camerale e dell’Azienda speciale IN.FORM.A.

La Camera sta promuovendo, al contempo, l’utilizzo di quei servizi online e di quegli strumenti telematici (dal portale registroimprese.it al cassetto digitale dell’imprenditore; dal SUAP alla fatturazione elettronica) che, già da tempo, rappresentano un valore aggiunto per le Camere di commercio, certamente tra le Istituzioni pubbliche più equipaggiate sul fronte della digitalizzazione. 

A questa offerta di servizi telematici e strumenti digitali si è aggiunto nei giorni scorsi il servizio online di rilascio della firma digitale – Digital DNA wireless, un dispositivo di firma digitale utilizzabile sia in modalità wireless con smartphone e tablet, sia su pc attraverso la porta USB senza dover installare alcun software, che può essere richiesto direttamente da casa o dall’ufficio e che sarà consegnato in due modalità alternative: spedizione al domicilio del richiedente o ritiro presso la sede camerale, previo appuntamento concordato.

«Ci troviamo tutti – ha dichiarato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria – ad affrontare una situazione anomala, senza precedenti, che sta sconvolgendo le nostre vite e le nostre attività, costringendoci a restare isolati, distanti, separati.  E il digitale, forse mai come in questo momento, rappresenta il modo per restare in contatto, per continuare a relazionarsi con il mondo, per mantenere una connessione con il mercato, per cercare di fronteggiare la crisi e per prepararsi, una volta superata questa emergenza, a rimettersi in gioco e rilanciare la propria attività».

«Come Camera di commercio – ha proseguito il presidente Tramontana- stiamo mantenendo alta l’attenzione sui bisogni delle imprese; stiamo continuando, proprio grazie al digitale, ad assicurare servizi di assistenza e di formazione gratuite. Sono state riprogrammate ed avviate con modalità telematiche e a distanza, le  iniziative legate agli asset strategici del turismo e dell’internazionalizzazione, come l’attività finalizzata alla costituzione dei Club di Prodotto, il progetto EasyExport per assistere e orientare le imprese verso i mercati internazionali e ReggioCalabriaExport la vetrina delle imprese esportatrici. E stiamo già operando anche per la fase successiva, per essere pronti ad attivare campagne straordinarie di comunicazione e di promozione che rilancino il nostro Made in Italy e il nostro turismo». 

Tra le iniziative camerali legate all’emergenza, rientra la sezione dedicata, creata sul sito web istituzionale www.rc.camcom.gov.it, per informare sui provvedimenti del Governo; sulle misure di sostegno al reddito e gli incentivi del Decreto “Cura Italia per tutti i settori economici; sulla normativa per la “produzione di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale”; sulle problematiche legate all’export e alla circolazione delle merci; sulle opportunità offerte dal MePA; su iniziative quali la Solidarietà digitale, alla quale hanno aderito anche imprese reggine, mettendo a disposizione gratuitamente servizi e soluzioni digitali a beneficio della collettività. 

Nella sezione web sull’emergenza, trova spazio anche la collaborazione tra Prefettura e Registro Imprese per l’attuazione delle disposizioni contenute nel DPCM 22 marzo 2020 e nel successivo Decreto MISE del 25 marzo 2020, che hanno operato lo stop di una serie di attività produttive e commerciali.

Alla Prefettura, che si avvale per questa attività della collaborazione del Registro Imprese della Camera di commercio, è assegnata la valutazione sulla sussistenza delle condizioni attestate dagli operatori economici nelle comunicazioni di prosecuzione di alcune attività ulteriori rispetto a quelle già direttamente consentite dai due decreti ed individuate dai rispettivi codici Ateco (di classificazione delle attività economiche).

Queste ipotesi riguardano: a) le attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività autorizzate, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali; b) gli impianti a ciclo produttivo continuo. All’esito della valutazione potrà essere disposta la sospensione dell’attività stessa, laddove non si ravvisi l’effettiva legittimazione a proseguire l’attività. Ad oggi, sono più di 100 le comunicazioni inviate alla Prefettura e, per conoscenza come prevedono le disposizioni, alla Camera di commercio di Reggio Calabria.

Tutti gli uffici camerali stanno continuando a garantire i servizi ordinari e nello stesso tempo a svolgere le attività di natura straordinaria legate all’emergenza.

Il Registro Imprese, oltre alla collaborazione attivata con la Prefettura, sta proseguendo nell’ordinaria attività istruttoria di tutte le pratiche telematiche trasmesse dai professionisti e dalle associazioni imprenditoriali, con l’intento di fornire una risposta ancora più tempestiva alle esigenze pubblicitarie e di aggiornamento delle imprese in questo momento di emergenza.

L’ufficio Internazionalizzazione, seppur investito del nuovo compito di attestare, su richiesta delle imprese, la causa di forza maggiore in caso di ritardi nelle consegne internazionali conseguenti all’emergenza sanitaria, sta continuando a garantire la regolare emissione dei certificati di origine e dei documenti per l’estero, così come il normale svolgimento delle attività previste dal progetto EasyExport, con il supporto del TES-Temporary Export Manager che assiste le imprese con incontri a distanza tramite videochiamata Skype o Google Meet.

Il Punto Impresa Digitale della Camera continua ad erogare i propri servizi, anche in questa fase di emergenza, offrendo assistenza da remoto e corsi di formazione in modalità webinar, per supportare le micro e piccole imprese che non hanno strumenti per accedere al mondo digitale e per aiutarle ad implementare metodologie di lavoro agile, orientandole nelle soluzioni da adottare per rimanere operative. (rrc)

 

REGGIO – Nasce la Vetrina delle imprese esportatrici della Città Metropolitana

È stata presentata, alla Camera di Commercio di Reggio Calabria, la Vetrina per l’export, lo strumento di promozione sui mercati esteri delle imprese della Città Metropolitana realizzata dalla Camera di Commercio con il supporto tecnico di SiCamera scrl, società in house del sistema camerale.

«La Vetrina per l’export – ha dichiaro Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio – è un ulteriore tassello nel percorso intrapreso dall’Ente camerale a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese reggine di tutti i settori economici».

«Il nostro impegno – ha proseguito il presidente Tramontana – è orientato non solo verso le imprese che già esportano e che vogliono affacciarsi su nuovi mercati internazionali, ma soprattutto verso le imprese matricola, che non hanno mai esportato i propri prodotti e servizi, ne hanno le potenzialità e quindi vanno maggiormente supportate nell’avvio del processo di internazionalizzazione».

Gli aspetti tecnico-operativi e le modalità di adesione al sito-vetrina www.reggiocalabriaexport.it sono state illustrate nel dettaglio da Andrea Fiacchi di SiCamera. Il sito, in italiano e in inglese, consente alle imprese di presentare direttamente ai potenziali partner commerciali internazionali i propri prodotti e servizi, anche con l’utilizzo di immagini e video aziendali.

Accedendo dal proprio account personale, le imprese possono gestire da remoto ed in autonomia l’inserimento delle informazioni relative a settore di attività, tipologie di prodotto, area di localizzazione e mercati esteri in cui le imprese già operano o sono interessate ad operare, e ulteriori informazioni qualificanti come le certificazioni aziendali o di prodotto, le piattaforme di e-commerce, l’adesione a reti o aggregazioni di imprese.

A conclusione dell’iniziativa, Giulia Megna, responsabile del Servizio Competività delle imprese e del territorio della Camera, ha presentato le attività che saranno realizzate nel corso dell’anno a favore dell’internazionalizzazione delle imprese reggine, tra le quali i progetti (Easy Export, Sostegno Export Italia e Chamber mentoring) di accompagnamento ed assistenza personalizzata alle imprese; i servizi in materia di certificazione ed origine delle merci; l’assistenza in materia di etichettatura, tutela proprietà industriale e normativa tecnica erogata dall’Azienda Speciale In.Form.A. (rrc)

REGGIO – La Camera di Commercio presenta la vetrina per l’export

La Camera di Commercio di Reggio Calabria ha realizzato la Vetrina per l’export per dare visibilità alle imprese della Città Metropolitana che esportano o che sono interessate ad avviare processi di internazionalizzazione.

Gli aspetti tecnico-operativi del sito, e le modalità di adesione, saranno illustrati domani pomeriggio, alle 14.30, al Salone Camerale.

Introduce Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, Andrea Fiacchi, del Sistema Camerale Servizi, e Giulia Megna, della Camera di Commercio. (rrc)

REGGIO – L’incontro operativo per le agenzie di viaggio e i tour operator

Alla Camera di Commercio di Reggio Calabria si è svolto, alla presenza di Maria Cristina Laurà, responsabile della Promozione e Relazioni Esterne dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, un incontro operativo rivolto alle agenzie di viaggio e ai tour operator del territorio metropolitano che svolgono attività di incoming.

L’evento ha avviato il percorso di valorizzazione e potenziamento del sistema crocieristico tra la costa calabra e sicula, anche alla luce dell’evento fieristico mondiale sul tema, che si terrà a Miami il prossimo mese di aprile, durante il quale sarà promossa la destinazione Area dello Stretto.

«Siamo lieti di contribuire – ha dichiarato il presidente dell’Ente camerale, Antonino Tramontana – alla valorizzazione del nostro sistema portuale, perseguendo nel contempo, l’importantissimo obiettivo di promuovere il territorio attraverso la costruzione e l’offerta di opportunità escursionistiche esclusive e di grande qualità, rivolte al turismo crocieristico».

«Auspichiamo – ha proseguito il presidente Tramontana – che la sinergia tra l’Autorità Portuale, la Camera di commercio e gli altri Enti con i quali già da tempo condividiamo gli obiettivi di sviluppo turistico del territorio, si traduca in un numero crescente di presenze turistiche nel nostro territorio, ma anche in incremento del numero di scali effettuati direttamente presso la struttura portuale reggina».

Molto interessanti i dati presentati dalla dott.ssa Laurà dell’Autorità Portuale: per il 2020 nell’area dello Stretto sono già programmate oltre 180 navi con circa 480.000 presenze.

Il trend crocieristico è in crescita; il target è molto ampio e diversificato: include famiglie con bambini, turisti della terza età ed è in crescita anche il segmento giovani. Sicuramente il crocierista richiede servizi di qualità e, nelle tappe, ricerca sempre più nuovi  territori ed esperienze che rendono il viaggio indimenticabile. (rrc)

REGGIO – La preoccupazione della Camera di Commercio per i dati del mercato del lavoro

Gli ultimi dati Istat, relativi al mercato del lavoro, a livello provinciale, preoccupano la Camera di Commercio di Reggio Calabria: gli occupati del 2019, infatti, sarebbero 134.800, quasi 10.000 in meno rispetto al 2018, quando i residenti sul territorio che dichiaravano un impiego crebbero rispetto al 2017 di oltre 8mila posizioni.

«I dati Istat più recenti – ha dichiarato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria – sull’andamento del mercato del lavoro destano più di qualche  preoccupazione e, se confermati dalle prossime rilevazioni, aprirebbero la strada ad una seria riflessione su come dare un futuro prospero al nostro territorio».

Come riportato sulla tabella relativa al II Trimestre del 2019 con i dati dell’Istat, per quanto riguarda le Forze di Lavoro in Calabria, nel Mezzogiorno e in Italia, «il 2019 è caratterizzato da una situazione economica di sostanziale ristagno, che ha portato ad una variazione congiunturale nulla del Pil durante gli ultimi tre mesi (marzo-giugno)».

Mentre il mercato del lavoro nazionale – sembrerebbe – non aver sofferto il mancato rilancio del sistema produttivo, la città di Reggio Calabria, invece, ha subìto l’effetto opposto: a livello locale, infatti, i primi sei mesi del 2019 sono stati caratterizzati da una flessione delle forze di lavoro complessive.

Ciò significa che, le persone che partecipano al mercato del lavoro o perché occupate, o in quanto in ricerca attiva di un impiego, ammontano a circa 171 mila, circa lo -0.6% in meno rispetto alla media del 2018.

tabella istat

Questo spiegherebbe come, a livello regionale, la forza lavoro sia diminuita dello 2,4%,  mentre a livello nazionale è aumentato dello 0,1%.

Per quanto riguarda l’offerta del lavoro, nel secondo trimestre del 2019 il numero delle persone occupate è diminuito dello 7,5% rispetto al 2018, raggiungendo un nuovo minimo storico: c’è una perdita complessiva di 11 mila lavoratori rispetto al 2018.

Sempre la Camera di Commercio rileva come anche in Calabria, presa nel suo insieme, «mostra una dinamica simile a quella reggina, pur se dai toni leggermente meno accentuati e con una flessione media semestrale pari al -3,7%».

tabella istat

«Così – prosegue l’analisi della Camera di Commercio – mentre a livello nazionale l’occupazione continua a crescere, seppur a ritmo molto modesto e grazie alla spinta dei contratti atipici, tutto il Mezzogiorno sperimenta, nuovamente, variazioni di segno negativo, pari allo 0,7%».

Per quanto riguarda il tasso di occupazione provinciale, la Camera di Commercio ha rilevato come, rispetto al 2018 si sono persi 2,8 punti in percentuale, scendendo al 36,9%. Un dato che è in piena opposizione a quello nazionale, che sperimenta un netto miglioramento, passando dal 58,5% del 2018 al 58,8% nel primo semestre del 2019.

tabella istat

La quota di occupati sulla popolazione arriva, compresa tra i 15 e i 64 anni, nella Città Metropolitana di Reggio Calabria, ha il valore più basso degli ultimi anni: il tasso di occupazione provinciale è di 3,2 punti percentuali al di sotto della media calabrese, che è del 40,1% e di quasi 22 punti rispetto alla media nazionale, che è del 58,8%.

«Se le persone con un posto di lavoro diminuiscono – rileva sempre la Camera di Commercio di Reggio – quelle in cerca di occupazione sono leggermente aumentate, attestandosi sulle 36mila unità. La disoccupazione si conferma una delle problematiche più sentite e difficili da  risolvere sul territorio reggino. Nella Città metropolitana di Reggio Calabria aumenta il tasso di disoccupazione che sfora di nuovo la quota del 20%, attestandosi al 21,6%  (19,8% del 2018). Il tasso di disoccupazione cresce anche a livello regionale (23,3%, +1,7 punti percentuale rispetto al 2018)».

Un unico segnale positivo riguarda il tasso di disoccupazione giovanile, ossia quello relativo alle forze di lavoro di età compresa tra i 15 e i 24 anni).

«Il dato della Città Metropolitana – prosegue la Camera di Commercio – si attesta al 45,6%, in calo rispetto al 2018 (52,0%) , ma comunque  ancora sensibilmente al di sopra del già elevato valore nazionale (30,8%). 

Secondo il Sistema Informativo Excelsior (Sistema Informativo per l’Occupazione e la Formazione  Unioncamere – ANPAL), con riferimento al primo semestre 2019, le assunzioni  previste nel periodo gennaio – marzo sono state 4.170, mentre nel trimestre aprile-  giugno il dato si è assestato a poco più di 4.800. La maggior parte delle entrate  riguarda il settore dei servizi e, in particolar modo, i servizi di alloggio e ristorazione  ed il commercio. 

Le previsioni occupazionali dell’Excelsior, per il periodo gennaio – marzo 2020, infine, indicano una sofferenza del mercato del lavoro: nel trimestre di riferimento  sono previste 3.730 nuove entrate, valore inferiore rispetto al dato riferito al  corrispondente trimestre gennaio-marzo dell’anno 2019 (4.170 assunzioni). (rrc)

REGGIO – Accordo tra Camera di Commercio e MArRC

Potenziare le azioni per avvicinare il sistema imprenditoriale e il sistema culturale del territorio reggino. Questo è l’obiettivo dell’accordo di collaborazione sottoscritto da Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria e Carmelo Malacrino, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.

La sottoscrizione dell’accordo di collaborazione rappresenta un ulteriore tassello nella costruzione di un sistema di pubbliche amministrazioni che lavorano insieme. Già dal 2017, la Camera di Commercio insieme al Museo Archeologico di Reggio Calabria, alla Città metropolitana, all’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, alla Soprintendenza ABAP della Città metropolitana di Reggio Calabria e della provincia di Vibo Valentia, al Polo Museale della Calabria, al dArTe dell’Università Mediterranea e all’Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria, hanno avviato un percorso di condivisione di obiettivi e di linee d’intervento, finalizzati a favorire l’affermarsi di nuove opportunità di crescita locale legate al turismo.

«Il nostro impegno – ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio, Antonino Tramontana – adesso è finalizzato a creare sinergia tra l’offerta turistica privata, rappresentata dalle molte realtà imprenditoriali e associative che operano nella filiera turismo, e la parte pubblica, chiamata a tutelare e valorizzare le molteplici risorse materiali e immateriali che consentono di vivere esperienze uniche di viaggio».

«A tal proposito – ha aggiunto il presidente Tramontana stiamo sostenendo un progetto funzionale alla creazione di un’offerta turistica culturale organizzata attraverso uno specifico club di prodotto. La forza e la bellezza delle testimonianze del passato custodite nel Museo Archeologico di Reggio Calabria rappresentano un patrimonio esclusivo grazie al quale, concretamente, potremmo promuovere Reggio Calabria Città metropolitana in tutto il mondo».

«Questo accordo – ha affermato il Direttore del Museo, Carmelo Malacrinoconsolida un rapporto già pluriennale di collaborazione per la promozione culturale e turistica di questo straordinario territorio. Sono certo che la grande sensibilità del presidente Tramontana verso i beni culturali creerà condizioni sostenibili di crescita e sviluppo della filiera turistica, nel segno della storia e delle tradizioni calabresi. Con i Bronzi di Riace e con la sua offerta espositiva, dalla sua riapertura nel 2016 il Museo archeologico ha attratto un numero sempre maggiore di visitatori».

«Il progetto – ha concluso il Direttore Malacrino – per la creazione di un’offerta turistica culturale organizzata con il contributo di tutte le istituzioni coinvolte e il dialogo con le realtà imprenditoriali segnerà la via verso il futuro turistico della Calabria». (rrc)

REGGIO – Alla Camera di Commercio “La Giornata della Trasparenza”

Si è svolta, alla Camera di Commercio di Reggio Calabria, la Giornata della Trasparenza. Nel corso dell’evento, il presidente dell’Ente Camerale, Antonino Tramontana ed il segretario generale, Natina Crea, hanno presentato agli organi camerali, al personale dell’Ente, alla stampa ed al pubblico intervenuto le principali azioni portate avanti nel 2018 dalla Camera di commercio ed i risultati raggiunti nei diversi ambiti di attività: semplificazione e trasparenza; tutela e legalità; internazionalizzazione; turismo e cultura; digitalizzazione; orientamento al lavoro e alle professioni; sviluppo d’impresa e qualificazione dei prodotti; ambiente e sviluppo sostenibile.

I dati illustrati sono stati pubblicati sul sito camerale www.rc.camcom.gov.it nella sezione dedicata alla Giornata della Trasparenza 2019.

Sono state, inoltre, discusse alcune proposte operative, pervenute dalle associazioni di categoria, in merito alla programmazione delle attività per la prossima annualità di bilancio.

A sottolineare il ruolo della Camera come presidio territoriale a sostegno delle imprese in ottica Impresa 4.0, nel corso della Giornata della Trasparenza si è svolta la finale per l’assegnazione dei Premi per l’innovazione 2019

Durante una intensa sessione di Speed Pitching, le 12 imprese finaliste si sono confrontate direttamente con la Commissione tecnica, ciascuna presentando la propria iniziativa aziendale dal forte contenuto innovativo in linea con il Piano I4.0.

La valutazione effettuata dalla Commissione sulla base dei criteri stabiliti e legati al grado di innovatività dell’iniziativa, alla coerenza della candidatura rispetto al Piano Impresa 4.0 e al grado di realizzazione del progetto ha premiato le seguenti 6 imprese – Anti-Seismic Innovative Solutions And Materials S.R.L., Kaliot srl, Negg srl, BIG srl, Innovation Made srl, MADE Concept srl – ciascuna assegnatario di un premio del valore di € 3.000,00. (rrc)

REGGIO – Stazione sperimentale e Università Mediterranea insieme per la ricerca nel comparto agrumicolo

Stipulato un accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra la Stazione Sperimentale della Camera di Commercio di Reggio Calabria e il Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

L’obiettivo, è rilanciare  la centralità del ruolo della Stazione sperimentale per le industrie delle essenze e dei derivati dagli agrumi – SSEA, Azienda speciale della Camera di commercio di Reggio Calabria, non solo in relazione alla valorizzazione del bergamotto di Reggio Calabria, agrume di cui Reggio Calabria risulta essere il primo produttore su scala mondiale, ma anche sui temi inerenti la ricerca e lo sviluppo sperimentale, attraverso la cooperazione scientifica e tecnologica. 

La programmazione delle attività della SSEA prevede, assieme a numerose azioni di promozione e tutela del comparto Agro Industriale su scala regionale, l’avvio di un piano di collaborazione operativa con l’Università Mediterranea per la realizzazione di interventi congiunti finalizzati all’attuazione e/o al potenziamento di: una rete istituzionale specializzata per la caratterizzazione e la certificazione delle essenze agrumarie. Tali attività verranno estese ai succhi ed agli altri derivati agrumari, con particolare riferimento al bergamotto, ai fini della loro valorizzazione; una piattaforma finalizzata all’attività di ricerca, formazione, trasferimento tecnologico a livello settoriale, mutuabile anche ad altre produzioni agricole ed agroalimentari del territorio; e un Orto Botanico con le specie maggiormente rappresentative del territorio, da adibire anche a «campo catalogo del bergamotto». 

Nell’ambito della collaborazione con il Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea, si svilupperanno attività di ricerca nel comparto agrumicolo, approfondendo le conoscenze sulle produzioni regionali di punta con appellativo territoriale (IGP e DOP) quali Bergamotto, Clementine di Calabria e Limone di Rocca Imperiale.

Le attività inizieranno con studi sulla valorizzazione della produzione del Limone di Rocca Imperiale IGP che prevedono una approfondita valutazione bio-agronomica e qualitativa delle produzioni di cloni della cultivar autoctona, “Nostrano di Rocca Imperiale”, finalizzata ad individuare quelli di maggiore pregio e meritevoli di essere utilizzati nella realizzazione dei nuovi impianti di limone.

Al fine di migliorare la produzione di questo agrume, si stanno predisponendo studi sugli effetti esercitati da alcuni portinnesti sul comportamento produttivo e sulle caratteristiche carpometriche e qualitative dei frutti di cultivar di limone “Femminello zagara bianca” e “Nostrano di Rocca Imperiale”. Collocandosi nell’areale di coltivazione del Bergamotto di Reggio Calabria DOP, le attività messe in cantiere dalla SSEA non potevano dimenticare questo importante frutto. Di conseguenza, anche in virtù del rilancio della bergamotticoltura, diventa importante la individuazione di portinnesti alternativi all’arancio amaro capaci di migliorare le performance produttive delle piante sia in senso quantitativo che qualitativo.

La SSEA si occuperà prevalentemente della valutazione qualitativa delle produzioni ottenute consentendo di effettuare delle scelte corrette contribuendo a migliorare e tipicizzare l’offerta oltre che ad orientare sia l’attività dei vivaisti sia quella degli agrumicultori sia dei trasformatori. Nell’immediato futuro si metteranno in atto delle attività di ricerca anche su altri importanti agrumi, tra questi la Clementina di Calabria IGP. (rrc)

 

 

REGGIO – Si parla di cybersecurity e privacy per le imprese

Oggi pomeriggio, a Reggio, alle 14.30, nella sala “Trapani Lombardo” della Camera di Commercio, il seminario Cybersecurity e Privacy, opportunità e rischi per le imprese.

L’evento è stato organizzato dalla Camera di Commercio di Reggio Calabria, ed è il quarto degli otto incontri del corso Innovazione 4.0: le nuove tecnologie per le imprese.

Apre i lavori Natina Crea, direttore dell’A.S. In.FORM.A.

Pierluigi Sartori, esperto di cybersecurity, relazionerà su Cybersecurity e sicurezza delle informazioni, una definizione chiara e su La componente uomo negli attacchi informatici: errori e comportamenti corretti.

A seguire, dibattito e chiusura dei lavori.

La sicurezza informatica ha un punto debole su cui le tecnologie possono fare ben poco: l’uomo! Si stima che gli attacchi informatici costino milioni di euro alle aziende italiane ogni anno. Il punto di accesso principale è l’errore umano, la disattenzione o la non consapevolezza dei pericoli nascosti dietro ad un link. (rrc)

 

REGGIO – Presentato il programma della seconda fase di “Terra, Mare e Cibo degli Dei”

Nella giornata di oggi, a Pellaro, a Villa Blanche Ricevimenti, è stato presentato il programma della seconda fase del progetto Terra, Mare e Cibo degli Dei.

Il progetto è una iniziativa della Camera di Commercio di Reggio Calabria, che intende favorire l’apertura delle imprese reggine verso mercati potenzialmente  interessati ai prodotti del territorio e offrire l’opportunità ad imprese locali ed operatori esteri di  avviare rapporti di affari tramite la reciproca conoscenza. 

Il programma, che si inquadra nel “Programma attuativo per l’internazionalizzazione 2017/2018 – realizzazione di iniziative congiunte con il Sistema Camerale della Calabria”, co-finanziato dalla Regione Calabria attraverso il Piano di Azione e Coesione  (PAC) 2014/2020 Asse 3 “Competitività dei sistemi produttivi” (OT3) – obiettivo specifico 3.4” incremento del livello di internazionalizzazione dei Sistemi Produttivi”, è stato presentato dal presidente dell’Ente camerale, Antonino Tramontana

«Dopo la sessione dello scorso giugno – ha affermato il Presidente Tramontana – prosegue il percorso di  accompagnamento e qualificazione delle imprese agroalimentari reggine che voglio aprirsi ai mercati esteri  maggiormente interessati ai prodotti del nostro territorio. È un impegno che come Camera stiamo portando avanti da qualche anno e che sta dando apprezzabili risultati in termini di avvio di collaborazioni  commerciali tra buyer e imprese reggine».

Nella mattinata di oggi sono iniziati gli incontri d’affari tra un primo gruppo di 25 imprese  agroalimentari aderenti all’iniziativa e 13 buyer provenienti da Stati Uniti, Canada, Regno Unito e  Svizzera; nella giornata di domani è prevista a Siderno presso l’Hotel President una seconda  sessione di incontri d’affari tra i buyer e un ulteriore gruppo di 25 imprese. 

Nelle giornate del 26 e 27 settembre i buyer avranno la possibilità di visitare gli stabilimenti  aziendali e conoscere più da vicino i processi di produzione. 

Il programma dell’iniziativa prevede, inoltre, un press tour per 3 giornalisti/food blogger – due inglesi e una statunitense – che saranno accompagnati alla scoperta delle peculiarità e delle eccellenze del territorio della Città Metropolitana. (rrc)