REGGIO – La Camera di Commercio: nel III trimestre 2020 frena l’imprenditoria giovanile

Nel terzo trimestre del 2020 frena l’imprenditoria giovanile: -4,9% rispetto al terzo trimestre del 2019. È questo è emerso dai dati di Infocamere su iscrizioni e cessazioni nel Registro delle imprese relativi al terzo trimestre 2020 che, tuttavia, ha evidenziato come nello stesso trimestre sia oltre 53mila le imprese iscritte al Registro delle Imprese della Camera di commercio di Reggio Calabria.

Un valore frutto del +0,5% rispetto al terzo trimestre 2019, che origina dal saldo tra 552 iscrizioni e 342 cessazioni.

Si tratta di un dato che non traccia ancora i “danni” procurati dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 sulla situazione economica locale. Infatti, nonostante il primo lockdown abbia posto molte attività in condizione di crisi, gli aiuti alla liquidità e al credito previsti dal Governo e il blocco dei licenziamenti hanno favorito un congelamento di gran parte delle procedure di fallimento.

Chiusure che, tuttavia, sono destinate a crescere con la fine dell’anno e l’inizio del prossimo, soprattutto a seguito del secondo lockdown previsto dai Decreti del Presidente del Consiglio dei ministri del 25 ottobre e del 3 novembre. 

«Le misure provenienti dai vari Dpcm – ha dichiarato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria – che si sono succeduti in questi mesi sembrano aver congelato gli effetti sulla nati-mortalità delle imprese. La gran parte delle aziende reggine, infatti, non ha ancora assunto decisioni risolutive ma sicuramente i prossimi mesi saranno ancora difficili per la nostra economia».

«Ciò nonostante – ha concluso – abbiamo il dovere di iniziare a pensare a come rilanciare il nostro tessuto produttivo, in primis partendo dai nostri giovani. Speriamo che questo obiettivo possa essere supportato da specifici provvedimenti provenienti dal Piano Next Generation, che guarda con attenzione alla sostenibilità, alla digitalizzazione, all’equità, nell’interesse delle future generazioni».

Se, tuttavia, si è registrata una contrazione per le imprese giovanili, nello stesso orizzonte temporale, crescono le imprese straniere (+0,4%), mentre quelle femminili si riducono leggermente (-0,3%), in un quadro che continua a preferire le forme aziendali più complesse, in primis quelle di capitali, cresciute del +4,1% rispetto lo stesso trimestre del 2019. (rrc)

REGGIO – La Camera di Commercio partecipa al progetto “Eccellenze in digitale”

Per il quinto anno consecutivo, la Camera di Commercio di Reggio Calabria partecipa al progetto nazionale Eccellenze in digitale, promosso da Unioncamere e Google per diffondere la cultura digitale attraverso il web e che, per il secondo anno, è parte integrante delle attività del Pid – Punto Impresa Digitale.

L’obiettivo dell’edizione 2020-2021 del progetto nazionale è di formare gratuitamente almeno 30mila persone, tra imprenditori, dipendenti, collaboratori e tirocinanti, sulle competenze digitali di base e sull’uso di strumenti sempre più essenziali per superare la seconda ondata di una pandemia che ha colpito con forza le aziende italiane e che ha evidenziato l’importanza delle competenze digitali come una risorsa indispensabile per restare in contatto con i propri utenti e colleghi e per portare avanti la propria attività e il proprio lavoro.

Da anni Unioncamere e le Camere di commercio investono nello sviluppo di competenze che consentano alle micro, piccole e medie imprese di rimanere aggiornate e per questo già dal 2013 hanno avviato la partnership con Google per la sensibilizzazione, l’istruzione e il potenziamento della presenza online delle imprese. 

È proprio partendo dal successo di queste esperienze che Google, come parte del suo nuovo programma di investimento Italia in Digitale, ha deciso di rinnovare lo storico programma portando l’attenzione sulla formazione dei lavoratori, sulle aree e sui settori più colpiti dalla crisi. 

Eccellenze in digitale 2020-21 servirà, infatti, a raggiungere in particolare le aziende legate al turismo, alla ristorazione e alle filiere del made in Italy.

Grazie al finanziamento di 1 milione di euro da parte di Google.org, la nuova edizione del progetto ha preso il via ieri con oltre 30 webinar gratuiti organizzati dai Punti Impresa Digitale delle Camere di commercio italiane.

Per le imprese della Città Metropolitana di Reggio Calabria il primo webinar in programma dal titolo Un Dna digitale per fronteggiare le emergenze si terrà il 25 novembre 2020 dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e sarà dedicato alle principali strategie da attuare per fronteggiare l’attuale emergenza da Covid-19.


Per partecipare al webinar è richiesta l’iscrizione individuale tramite form disponibile al link: https://forms.gle/zk9uZ7vZfe636rC57.

«La Camera di commercio di Reggio Calabria – ha dichiarato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria – rinnova anche quest’anno il proprio impegno per la crescita e la creazione di occupazione a favore dei giovani e per la competitività delle micro, piccole e medie imprese».
Gli incontri formativi, che si succederanno per tutto il 2021, mirano infatti non solo a potenziare dall’interno le competenze digitali delle imprese, ma soprattutto a fornire ai lavoratori strumenti in grado di accrescere o trasformare le proprie abilità mantenendo o migliorando la propria situazione occupazionale.

Tutte le informazioni sul progetto sono disponibili sul sito www.rc.camcom.gov.it nella sezione “PuntoImpresaDigitale/Eccellenzeindigitale 2020-2021”. (rrc)

REGGIO – La Camera di Commercio stanzia risorse, a fondo perduto, per le imprese della Città Metropolitana

La Camera di Commercio di Reggio Calabria destina risorse, di 230 mila euro a fondo perduto, in favore delle micro, piccole e medie imprese reggine che realizzano investimenti legati alla digitalizzazione, all’internazionalizzazione ed alla valorizzazione del binomio turismo ed enogastronomia.

«L’obiettivo che ci poniamo con questi 3 nuovi bandi – ha spiegato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria – è continuare a sostenere economicamente lo sviluppo e l’accrescimento della competitività delle nostre imprese, in questo caso sul fronte della digitalizzazione, dell’internazionalizzazione e della valorizzazione della filiera turistica e delle produzioni agroalimentari,  attraverso azioni di immediato supporto sotto forma di contributi a copertura parziale delle spese sostenute per l’acquisizione di beni e servizi».

Con il Bando Voucher digitali I4.0 – anno 2020, l’Ente camerale mette a disposizione € 95.000 per sostenere economicamente le iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo. I contributi saranno erogati sotto forma di voucher a copertura di una percentuale dei costi ammissibili pari al 70%.

L’importo massimo del voucher ottenibile non potrà superare l’importo di € 7.000,00. Sono ammesse le spese per:
a)      servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dall’art. 2, comma 2 del Bando;

  1. b)      acquisto di beni e servizi strumentali, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’art. 2, comma 2 del Bando.

Con il Bando Internazionalizzazione – anno 2020, l’Ente camerale mette a disposizione € 50.000 per sostenere l’acquisizione di servizi per favorire l’avvio o lo sviluppo del commercio internazionale, anche attraverso un più diffuso utilizzo di strumenti innovativi, utilizzando la leva delle tecnologie digitali. I contributi saranno erogati a copertura di una percentuale dei costi ammissibili pari al 70%. L’importo massimo del contributo ottenibile non potrà superare l’importo di € 3.500,00. Sono ammesse le spese per:

  1. a) servizi di consulenza e/o formazione relativi a uno o più ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale tra quelli previsti all’art. 2, comma 2 del Bando;
  2. b) acquisto o noleggio di beni e servizi strumentali strettamente funzionali allo sviluppo delle iniziative di cui all’art. 2, comma 2 del Bando;
  3. c) realizzazione di spazi espositivi (virtuali o, laddove possibili, fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento, nonché l’interpretariato e il servizio di hostess) e incontri d’affari, comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione).

Le domande potranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica con firma digitale, sul sito http://webtelemaco.infocamere.it., a partire dalle ore 10:00 di giovedì 8 ottobre 2020 alle ore 19:00 di mercoledì 28 ottobre 2020.

Di imminente pubblicazione il Bando Voucher per le imprese turistiche “a Km 0”, che mette a disposizione € 85.000,00 di risorse economiche sotto forma di contributi, per sostenere economicamente le imprese reggine della filiera turistica che, promuovendo il binomio turismo ed enogastronomia, si riforniscono da aziende del territorio di produzione dei prodotti agroalimentari valorizzando le stesse produzioni, le tradizioni enogastronomiche del territorio metropolitano di Reggio Calabria, nonché la qualificazione dell’offerta turistica territoriale.

L’importo del contributo è determinato nella misura del 30% dell’ammontare degli acquisti compresi tra 2.000 a 5.000 euro. Sono ammesse le spese per l’acquisto di prodotti agroalimentari del territorio “a km 0”.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica con firma digitale, sul sito http://webtelemaco.infocamere.it., a partire dalle ore 10:00 di venerdì 9 ottobre 2020 alle ore 19:00 di venerdì 6 novembre 2020.

Gli aiuti previsti dai 3 nuovi Bandi sono concessi in regime “de minimis” ed è stata stabilita in aggiunta al contributo una premialità pari a € 200,00 per le imprese in possesso del rating di legalità.

Si ricorda, infine, che è ancora possibile presentare domanda per i seguenti Bandi:

Bando “Premi per l’innovazione”: scadenza ore 19.00 del 15 ottobre 2020;

Bando per la “Concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione della diagnosi energetica o l’adozione della norma iso 50001”: scadenza ore 19.00 del 15 ottobre 2020;

Bando per l’“Erogazione di bonus a sostegno dell’occupazione”: scadenza ore 19.00 del 31 ottobre 2020.

Tutte le informazioni sui Bandi e la relativa documentazione sono disponibili sul sito camerale www.rc.camcom.gov.it(rrc)

REGGIO – La Camera di Commercio pubblica tre nuovi Bandi a fondo perduto

La Camera di Commercio di Reggio Calabria, attraverso la propria azienda speciale In.Forma, ha pubblicato tre nuovi bandi, dalla somma complessiva di 129 mila euro a fondo perduto, a favore delle micro, piccole e medie imprese reggine che realizzano investimenti in innovazione orientati alla qualità e alla sostenibilità e per la crescita occupazionale nel territorio della Città Metropolitana.

«Le imprese – ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Reggio, Antonino Tramontanahanno un ruolo centrale nello sviluppo del nostro territorio e con questi tre bandi rinnoviamo il sostegno, di fronte alla crisi innestata dall’emergenza COVID-19, alle attività imprenditoriali che possono fare la differenza nell’economia locale, attraverso interventi per favorire la propensione all’innovazione e alla sostenibilità ambientale e gli investimenti in capitale umano». 

Previsti, dunque, premi per le imprese reggine fortemente orientate all’innovazione che – anche grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali – si siano particolarmente distinte per aver innescato tempestivamente strategie di cambiamento determinanti per l’acquisizione o il mantenimento di una posizione di rilievo nel mercato e/o che siano riuscite a fronteggiare l’emergenza Coronavirus abbattendo le distanze, gestendo la propria attività nel rispetto della sicurezza degli addetti e della continuità della produzione, anche con significativi incrementi di fatturato. Scadenza Bando: ore 19.00 del 15 ottobre 2020; contributi per le imprese reggine orientate verso un modello di sviluppo produttivo green driven orientato alla qualità e alla sostenibilità, per la realizzazione di Diagnosi energetiche o l’ottenimento della Certificazione di un Sistema di gestione dell’energia conforme alla Iso 50001. Scadenza Bando: ore 19.00 del 15 ottobre 2020; bonus alle imprese che instaurano o hanno instaurato rapporti di lavoro a tempo indeterminato o determinato di durata pari ad almeno 12 mesi oppure che procedono o hanno proceduto alla trasformazione dei rapporti di lavoro a termine, già in essere di lavoratori inseriti nella propria organizzazione, in contratti a tempo indeterminato nel periodo tra il 1° luglio ed il 31 ottobre 2020. Scadenza Bando: ore 19.00 del 31 ottobre 2020

Le domande di partecipazione, corredate da documentazione prevista, in formato pdf e con firma digitale, possono essere inviate esclusivamente alla casella pec informa@rc.legalmail.camcom.it a partire dalle ore 9.00 di oggi, 23 settembre 2020, e fino al termine di scadenza differenziato per ciascun Bando. (rrc)

 

 

 

 

 

 

 

Aeroporti, gli Enti camerali calabresi a confronto col presidente della Sacal

Le prospettive di sviluppo infrastrutturale degli scali aeroportuali calabresi. È stato questo il fulcro dell’incontro tra i presidenti delle Camere di Commercio di Catanzaro, Reggio e Crotone – rispettivamente Daniele RossiAntonino TramontanaAlfio Pugliese – con il presidente della Sacal, Giulio De Metrio.

L’appuntamento, che ha visto la partecipazione anche del presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara e del direttore di Unindustria Calabria, Dario Lamanna, è servito ad avviare un confronto sulle esigenze dei singoli aeroporti sia per quanto attiene alle singole strutture che per quanto attiene all’implementazione dei servizi.

«C’è una vera unità di intenti e di visione tra le Camere di Commercio di Catanzaro, Reggio Calabria e Crotone e il presidente De Metrio – hanno detto al termine della riunione i tre presidenti –. Abbiamo condiviso l’esigenza di affrontare in maniera pianificata gli interventi che saranno necessari, percorrendo la strada con tempi che siano più rapidi possibile ma senza trascurare alcun aspetto di base, seguendo una precisa linea direttiva che è quella della programmazione e del controllo».

«È l’unica impostazione – hanno aggiunto – che potrà permettere agli aeroporti calabresi – e quindi a tutta la regione – di farsi trovare pronti davanti alle sfide del mercato e alle esigenze del territorio. Siamo felici che con il presidente De Metrio ci si sia trovati perfettamente d’accordo su questa impostazione».

Su Facebook, il presidente dell’Ente camerale catanzarese ha ribadito come «sul tavolo ci sono importanti piani di sviluppo: la competenza specifica nel settore del presidente De Metrio e il contributo attento che arriva dai territori possono essere la chiave giusta attraverso cui dare concretezza ai progetti e dare quindi risposte tanto al mondo economico locale quanto a tutti i cittadini calabresi».

«L’occasione di incontro – ha commentato il presidente dell?Ente camerale crotonese, Alfio Pugliese – ha consentito di poter definire una linea di azione congiunta tra i territori di Crotone, Catanzaro e Reggio Calabria con riferimento alle strutture aeroportuali in essi esistenti rispetto i flussi turistici collegati».

«Il tutto – ha aggiunto – nell’ottica di uno sviluppo infrastrutturale che abbia come riferimento, per il territorio crotonese, anche l’area portuale ed il bacino di utenza che essa genera».

«Come Camera di Commercio di Crotone – ha concluso il presidente Pugliese – abbiamo operato in prima linea sia nella predisposizione del Master Plan che nel nuovo piano regolatore del porto di Crotone – conclude il Presidente Pugliese –  e siamo certi che l’integrazione con il flusso turistico generato dagli scali aeroportuali del territorio, in sinergia con le amministrazioni di Catanzaro e Reggio Calabria, possano generare un enorme beneficio economico e occasione di sviluppo territoriale per le nostre imprese». (rrm)

 

REGGIO – Alla Camera di Commercio indetta procedura per l’assunzione di personale

La Camera di Commercio di Reggio Calabria ha avviato una procedura di mobilità volontaria esterna per assumere complessivamente 5 unità di personale, di cui  3 appartenenti alla categoria giuridica C e 2 alla categoria D.

«Si tratta – ha dichiarato il presidente dell’Ente camerale Antonino Tramontana – di personale che andrà a rafforzare l’operatività di tutti i servizi camerali -amministrativi ed economico-finanziari, economico-statistici e promozionali, anagrafici, di regolazione del mercato e tutela del consumatore – e che, affiancando il personale già in servizio, potrà dare un ulteriore impulso per realizzare azioni ed iniziative ancora più incisive a sostegno della competitività delle imprese e del territorio».

I cinque posti che saranno coperti tramite la procedura di mobilità esterna sono per titoli e colloquio, a tempo pieno e indeterminato, con termine di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione fissato per il prossimo 23 settembre

Possono partecipare alla selezione i dipendenti in servizio presso Pubbliche Amministrazioni, con un contratto a tempo indeterminato, di categoria “C” e “D” del Comparto Funzioni locali. 

Gli avvisi, contenenti le indicazioni sui requisiti e la procedura, e la relativa modulistica sono consultabili sul sito istituzionale della Camera di commercio di Reggio Calabria, www.rc.camcom.gov.it(rrc)

REGGIO – Il rapporto della Camera di Commercio che fotografa l’economia reggina

La Camera di Commercio di Reggio Calabria ha pubblicato il Rapporto 2020, un documento che fotografa lo stato dell’economia nella Città Metropolitana di Reggio Calabria.

«Il rapporto 2020 – ha spiegato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria – raccoglie e sintetizza i principali dati del 2019 e rappresenta, pertanto, una valida fotografia della situazione pre-Covid, da poter utilizzare come utile strumento di confronto per le elaborazioni future».

«Nel lavoro elaborato – ha aggiunto – abbiamo curato anche un aggiornamento, per poter restituire alcune prime anticipazioni statistiche sull’anno in corso, così da poter esaminare gli effetti che in questi mesi si stanno producendo sul territorio reggino, alle prese con una delle peggiori crisi sanitarie ed economiche che la storia moderna abbia mai conosciuto e che ci vede tutti impegnati ad individuare strumenti e strategie che possano consentire al nostro sistema economico di innovarsi, trasformando questa grande crisi in opportunità di crescita e cambiamento».

Quello che emerge, è un quadro tutt’altro che positivo, peraltro «confermato anche a livello nazionale dalle stime più recenti del Fondo Monetario Internazionale, che inquadra l’economia globale in una recessione senza precedenti, con una variazione del PIL italiano prevista al -12,8%, ovvero 2,6 punti peggio di quanto mediamente stimato per l’interna unione europea (- 10,2%); migliori, ma più incerte, appaiono le prospettive per il 2021 (+6,3%), caratterizzate da un parziale recupero della perdita relativa all’anno precedente».

Nel 2019 il valore aggiunto a prezzi correnti della Città metropolitana di Reggio Calabria, pari a 8,6 miliardi di euro, è cresciuto del +0,5%. Tuttavia, il valore aggiunto procapite (pari a circa  15.700 euro) appare ancora molto lontano da quello prodotto a livello nazionale (26.600 euro).

Nel corso dello stesso anno, si registra una sostanziale stabilità del tessuto imprenditoriale che cresce, rispetto al 2018, soltanto dello 0,06%; un risultato superiore a quello mediamente osservato in Calabria (+0,01%) e a livello nazionale (-0,13%). Le ditte individuali, che pure rappresentano il cuore pulsante dell’economia locale, sono la forma giuridica che mostra maggiori problemi (il loro numero diminuisce del -1,9% rispetto al 2018). Crescono, invece, del +4,9% le società di capitali, a conferma di un processo di “irrobustimento” del tessuto imprenditoriale in atto già da diversi anni. Frena la crescita delle imprese giovanili, ma non di quelle a conduzione femminile (+0,5%) e straniera (+0,6%). La vera anima dell’economia locale è il commercio. Le attività commerciali, infatti, rappresentano il 35,1% delle imprese reggine. Numerose sul territorio sono anche le attività legate a settori più tradizionali quali l’agricoltura (il 15,5% delle imprese locali), l’edilizia (il 10,5%) e la manifattura (il 7,1%). 

Nel corso del primo semestre 2020, invece, si evidenzia un sostanziale immobilismo del tessuto imprenditoriale (a livello provinciale, così come a livello nazionale). A giugno 2020 si registrano a Reggio Calabria 450 iscrizioni (erano 730 a giugno 2019)  e 257 cessazioni (802 a giugno 2019 di cui 549 al netto delle cancellazioni d’ufficio).

Strettamente legata alle dinamiche del tessuto imprenditoriale sono le dinamiche del mercato del lavoro. Nel corso del I trimestre 2020, il numero di occupati reggini si attesta a 137 mila unità (+3,4% rispetto al I trimestre 2019); di contro gli occupati diminuiscono a livello regionale (-1,0%) e rimangono sostanzialmente stabili a livello nazionale (+0,2%). Sempre nel corso del I trimestre 2020, si raggiunge un tasso di occupazione pari al 29,3% (più di 1 punto percentuale in più rispetto al I trimestre 2019) e un tasso di disoccupazione pari a 15,7% (in riduzione di 5,4 p. p.). Il quadro, apparentemente positivo, deve comunque confrontarsi con le misure anti-licenziamento previste dal governo per arginare gli effetti della pandemia da Covid-19 che, di fatto, rendono impossibile la risoluzione da parte delle imprese dei contratti per motivi economici.

Un quadro più rispondente all’attuale situazione si potrà avere solo quando questa misura temporanea verrà abbandonata, con il rischio di un ricorso massivo della popolazione alle domande di disoccupazione. Stando al consuntivo dell’anno ormai alle spalle, il numero di occupati diminuisce del -1,6% rispetto al 2018. A livello regionale, la contrazione appare meno accentuata (-0,1%), mentre l’occupazione continua a crescere, grazie alla spinta dei contratti atipici, a livello nazionale (+0,6%).

Rispetto al 2018, diminuiscono anche le persone in cerca di occupazione, anche per effetto di un fattore “scoraggiamento”, che induce a rinunciare alla ricerca di lavoro: -6,8% nel territorio reggino; -3,6% a livello regionale e  -6,3% a livello nazionale. La riduzione del numero di persone in cerca di lavoro si ripercuote positivamente sul tasso di disoccupazione (rapporto tra persone in cerca di lavoro e totale forze lavoro) che passa dal 19,8% del 2018 al 18,9% del 2019 e soprattutto sul tasso di disoccupazione giovanile (ossia quello relativo alle forze di lavoro di età compresa tra i 15 e i 24 anni), in calo rispetto al 2018 di oltre 15 punti percentuali. Il dato provinciale si attesta al 36,8% e rimane ben 7,6 punti al di sopra del valore nazionale (29,2%), ma 11,8 punti al di sotto della media regionale.

Come è noto, l’erogazione del credito alle imprese permette di misurare lo stato di salute di un territorio e della sua economia: minori sono le difficoltà che le imprese hanno nell’accedere al credito, maggiore sarà la propensione delle stesse ad investire in innovazione e ad affacciarsi sui mercati esteri. 

Le indicazioni statistiche relative al I trimestre 2020 evidenziano un rallentamento del credito, soprattutto nei confronti delle imprese; i dati Banca d’Italia sui finanziamenti, infatti, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, evidenziano una caduta dei prestiti a favore del mondo produttivo pari a -2,4% a livello nazionale (660,7 miliardi di euro);  i prestiti decrescono del -3,0% anche a livello regionale (4,9 miliardi di euro) pur crescendo del +3,8% a livello provinciale (1.044 milioni di euro). Tralasciando le anticipazioni per il 2020, i finanziamenti complessivamente concessi alle imprese nel 2019 ammontano a poco più di 1 miliardo di euro (+0,6% rispetto al 2018).

L’offerta di credito ancora poco vivace che si registra in provincia si associa tuttavia ad un livello complessivo di qualità dei finanziamenti concessi che potremmo definire soddisfacente. Infatti, gli affidamenti in sofferenza (pari a 220 milioni di euro) diminuiscono del -27,2% rispetto al 2018. 

In contraddizione rispetto al miglioramento della qualità del credito, il costo di una linea di credito è più elevato nei territori della Città metropolitana di Reggio Calabria (8,6%) e in generale in Calabria (8,5%) rispetto a quanto non lo sia a livello di nazionale (5,5%).

Il grado di internazionalizzazione  rappresenta un indicatore sul quale è necessario continuare ad investire, per migliorare la competitività del sistema produttivo reggino e già dal il primo trimestre dell’anno corrente, sembrano chiari gli effetti del rallentamento generalizzato dell’economica globale, connessi con la crisi sanitaria internazionale in atto. 

Il valore dei beni esportati dalla Città metropolitana di Reggio Calabria durante i primi tre mesi del 2020, pari a 53,9 milioni di euro, è frutto di una contrazione del -26,0% rispetto al IV trimestre 2019 e del -10,7% rispetto al I trimestre dell’anno precedente. Le importazioni, invece, crescono ulteriormente (del +13,6% rispetto al IV trimestre 2019 e del +41,9% rispetto al I trimestre dell’anno precedente), fino a raggiungere un valore pari 77,9 milioni di euro. Pertanto, il saldo di bilancia commerciale torna nuovamente su un terreno negativo (-24,0 milioni di euro), in controtendenza con il valore positivo registrato durante l’ultimo quarto dell’anno ormai alle spalle (+4,2 milioni di euro).

Il turismo è certamente uno dei settori maggiormente penalizzati dalla diffusione del COVID-19. Eppure, proprio la ripresa della domanda turistica e delle attività ad essa connessa (ristorazione, trasporti e, in misura più contenuta, commercio) è fondamentale in determinate aree del nostro paese e anche in Calabria, dove il “peso” del turismo sull’economia sta crescendo sempre più.

Nel periodo gennaio/settembre 2019 i dati dell’Osservatorio turistico della Regione Calabria hanno evidenziato che la regione è stata interessata da più di un milione e seicentomila arrivi e otto milioni e ottocento mila presenze; di questi, solo il 7,5% ha raggiunto il territorio di Reggio Calabria. 

Il turismo calabrese, come quello reggino, appare caratterizzato da una crescente destagionalizzazione dei flussi turistici ottenuta grazie ad un’offerta maggiormente diversificata e integrata e grazie all’opportunità di effettuare delle visite anche in periodi e in luoghi precedentemente ignorati dal grosso del movimento turistico; basti pensare che nel 2014 il 45% delle presenze si concentrava nel solo mese di agosto, contro il 40% del 2019. Inoltre, si parla di un turismo sempre più “internazionale”: la presenza di turisti stranieri è cresciuta nel 2019 del +4,2% rispetto all’anno precedente. Il primato di presenze spetta ai cittadini tedeschi (6,1% delle presenze straniere in Calabria), seguiti dai francesi (1,6%) e dai russi (1,5%).

Il Rapporto sull’economia ed una nota di sintesi sono pubblicati sul sito camerale www.rc.camcom.gov.it , nella sezione pubblicazioni 2020. (rrc)

REGGIO – Nasce il Club di Prodotto Turistico “Reggio Calabria Welcome” della Camera di Commercio

SI è costituito il Club di Prodotto Turistico “Reggio Calabria Welcome” il progetto avviato e sostenuto dalla Camera di Commercio di Reggio Calabria, che vede impegnati gli operatori turistici della Città Metropolitana di Reggio Calabria nella organizzazione e promozione integrata della destinazione turistica reggina.

Nello specifico, il Club punterà su specifici fattori di attrazione: turismo outdoor e sportivo, in tutte le sue possibili versioni slow o “più adrenaliniche” (Kitesurf, vela, snorkeling, diving, ma anche trekking, bike, sport invernali, torrentismo all’interno del ricco patrimonio naturalistico dell’Aspromonte); turismo culturale, che si sviluppa attraverso le tante testimonianze della cultura greca sino alla scoperta dei borghi, dei musei e parchi archeologici, sino ai luoghi delle esperienze artigiane ed enogastronomiche, all’immateriale percorso legato all’Odissea, alla Varia di Palmi (patrimonio immateriale Unesco) ed alla forza comunicativa dei Bronzi di Riace.

Dopo una prima fase di studio del territorio che ha consentito di individuare, per la fase di start up, due tematiche – Cultura e Sport activity – quali tipologie di offerta turistica specializzata, l’Ente camerale ha realizzato un’ampia azione di sensibilizzazione tra gli operatori privati della filiera, attraverso una manifestazione d’interesse e  incontri su tutto il territorio. Assieme agli operatori sono stati definiti disciplinari cui attenersi, diversificati in relazione alla tipologia di soggetto (es alberghi, società di servizi, soggetti privati gestori di patrimonio culturale, tour operator ecc.). Sono state infine definite e condivise con i soggetti privati anche le regole statutarie che disciplinano il funzionamento dell’organizzazione.

Grande soddisfazione per questo apprezzabile risultato raggiunto è stata espressa dal Presidente della Camera di commercio di Reggio Calabria, Antonino Tramontana: «Insieme agli operatori della filiera turistica e anche con le associazioni di categoria, in questo difficile periodo, abbiamo continuato a guardare avanti e a lavorare per lo sviluppo turistico del territorio, nonostante il lockdown e la forte crisi imposti dall’emergenza Coronavirus».

«Con la costituzione dell’Associazione “Reggio Calabria Welcome” – ha aggiunto il presidente Tramontana – si avvia la fase di costruzione e promozione di un’offerta turistica specializzata e di qualità, in grado di soddisfare gli specifici target di mercato individuati, puntando alla destagionalizzazione dei flussi turistici sul territorio. Il modello di crescita turistica del territorio attraverso la costituzione dei club di prodotto ha registrato anche il contribuito operativo dei partner pubblici del “Coordinamento istituzionale per la promozione turistica del territorio” attivo presso la Camera; auspichiamo un coinvolgimento sempre più ampio degli “attori” (amministrazioni comunali, Enti responsabili della valorizzazione e tutela del ricco patrimonio naturalistico e culturale della Città metropolitana di Reggio Calabria, operatori privati che potranno aderire al club) che ne condividono le finalità».

«Il partenariato tra i soggetti pubblici, in particolare – ha proseguito Tramontana – è chiamato ad individuare, nell’ambito delle proprie funzioni e responsabilità, gli attrattori culturali, ambientali e naturalistici della Città metropolitana di Reggio Calabria da valorizzare attraverso i club di prodotto, assicurandone  qualità e fruibilità per il turista. Continueremo a sostenere questa iniziativa attraverso attività di promozione e guardando anche ad un ampliamento dei prodotti turistici da offrire, per accrescere la presenza di Reggio Calabria in nuovi mercati target». (rrc)

REGGIO – Al via l’iniziativa della Camera di Commercio “La parola a voi”

La Camera di Commercio di Reggio Calabria, in collaborazione con il proprio Punto Impresa Digitale, ha lanciato La parola a voi, una iniziativa per dare voce e visibilità alle tante imprese reggine che, attraverso l’utilizzo del digitale, sono riuscite a fronteggiare l’emergenza Coronavirus e ad abbattere le distanze, continuando a gestire la propria attività  e, in alcuni casi, anche con significativi incrementi di fatturato.

L’iniziativa si svolgerà in modalità webinar. Le imprese interessate possono candidarsi, entro il 3 luglio 2020, compilando il form pubblicato sul sito www.rc.camcom.gov.it; successivamente riceveranno via mail tutte le indicazioni utili ai fini della partecipazione all’iniziativa, di cui sarà data divulgazione sia attraverso il sito istituzionale sia attraverso gli account facebook e twitter della Camera di commercio.

Grazie ai voucher digitali I4.0 che la Camera eroga già da due anni e grazie alle tante attività di informazione, formazione e assistenza del Pid-Punto Impresa Digitale, proseguite con modalità da remoto in questi difficili mesi di lockdown, molte imprese hanno trovato nel digitale un fattore chiave di successo. Basti pensare a come la stampa 3D abbia facilitato la riconversione delle attività industriali nella produzione di mascherine e DPI o a come le piattaforme e-commerce abbiano sostenuto il fatturato delle imprese commerciali.

«Ci rivolgiamo – ha dichiarato il Presidente della Camera di commercio Antonino Tramontanaa tutte le imprese che hanno vissuto o stanno vivendo una nuova fase della propria attività grazie all’implementazione nella propria azienda delle tecnologie digitali. A queste imprese chiediamo di candidarsi all’iniziativa e di raccontare la propria esperienza. In questa fase di avviata ripartenza, in cui tante imprese sono in difficoltà – e che come Camera stiamo sostenendo attraverso contributi a fondo perduto per l’abbattimento degli interessi sui finanziamenti – promuovere la conoscenza di modelli positivi è un messaggio di speranza ma anche un modo per dare un giusto riconoscimento alle imprese reggine che rappresentano casi di successo». (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Incontro con Tramontana, presidente della Camera di Commercio

L’Amministrazione comunale di Villa San Giovanni ha incontrato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria per discutere di tutte le problematiche che interessano le attività produttive e gli esercizi commerciali soprattutto a seguito dell’emergenza Covid-19 che ha comportato un notevole sacrificio in termini di operatività da parte de tessuto produttivo ed imprenditoriale villese.

Presenti il sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, il presidente del Consiglio comunale, Antonino Giustra, l’assessore Giovanni Imbesi, il consigliere Fabio Facciolo e Tullio Caracciolo, responsabile dell’Unione Nazionale Consumatori di Villa San Giovanni.

Il presidente Tramontana ha illustrato tutte le strategie che la Camera di Commercio sta mettendo in campo per sostenere l’innovazione tecnologica e gli investimenti delle aziende: in particolare, si punta sul turismo culturale e legato all’attività sportiva amatoriale per la formazione di pacchetti turistici che consentano di elevare, qualitativamente, l’offerta della provincia reggina e di rispondere alla domanda turistica con percorsi tematici finalizzati a sfruttare al massimo le bellezze e peculiarità paesaggistiche, oltre che la fruizione piena del beni artistici e culturali che il territorio offre, coordinandoli in modo da creare un sistema di rete fra tutti gli operatori che erogano servizi legali alla ricettività, alla ristorazione ed alle attività escursionistiche e ludico-ricreative.

Su input dell’Amministrazione, il presidente Tramontana ha condiviso l’idea di instaurare una collaborazione istituzionale permanente fra Camera di Commercio e Comune di Villa San Giovanni per la migliore valorizzazione del territorio. All’interno di questa sinergia la Camera di Commercio parteciperà al tavolo permanente istituito con i commercianti villesi, in buona parte rappresentati dal Comitato del commercio villese, al fine di offrire agli esercenti del territorio la massima assistenza informativa, formativa e d’indirizzo per sfruttare a pieno regime tutte le opportunità che la normativa nazionale, regionale e comunitaria offre per aiutare le imprese a superare questo grave momento di difficoltà, seguito allo stop delle attività, ripartendo al meglio per ritornare nel più breve tempo possibile alla produttività precedente alla crisi.

L’Amministrazione ha illustrato tutte le iniziative che si stanno mettendo in campo per sostenere il settore del commercio e dell’impresa, con aiuti fiscali, tributari e regolamentari, incontrando il favore ed il compiacimento da parte del massimo rappresentante della Camera di Commercio. Nei prossimi giorni, per consacrare la collaborazione, sarà organizzato dal Comune un workshop con le attività produttive, alla presenza del presidente Tramontana e delle associazioni di categoria per formalizzare le direttrici dell’intesa collaborativa raggiunta e cominciare a fornire assistenza informativa agli operatori.

È dalla sinergia istituzionale che possono nascere le migliori iniziative a sostegno della cittadinanza e degli operatori economici, prostrati dalla crisi. Grazie all’impegno ed agli sforzi congiunti di tutti gli attori coinvolti si potrà non solo superare la crisi ma anche programmare il rilancio economico del settore produttivo villese. (rrc)