CAPO COLONNA (KR) – Il docufilm “La magia dei cristalli”

Questo pomeriggio, al Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna, alle 17.00, la proiezione e l’approfondimento del docufilm La magia dei cristalli di Filippo CorrieriIvan Comi, su concessione della Marina Militare e in collaborazione con il Polo museale della Calabria

L’opera, nata dalla passione per il mare, racconta la Calabria e il suo rapporto con il territorio attraverso la tematica dei fari. Torri luminose immerse nel verde di altopiani, dominanti rocce scoscese o calati sulla vastità del mare, essi descrivono luoghi spesso ancora poco conosciuti, seppure affascinanti. All’interno di questo filo conduttore emerge il faro di Capo Colonna posto a guardia della costa jonica accanto al monumentale tempio di età classica, sull’antico promontorio Lacinio, uno dei siti archeologici di maggiore rilevanza mediterranea, oggi appartenente al Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna.

​Il docufilm è abbinato ad un volume dal titolo I fari della Calabria tra natura e archeologia, un ricco book fotografico pieno di immagini uniche relative ad un viaggio che illustra paesaggi, monumenti, storia e vuole essere un contributo alla bellezza dei luoghi e della loro magia. 

Intervengono Antonella Cucciniello, direttore del Polo museale della Calabria, Gregorio Aversa, direttore del Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna e Valentina Galdieri, assessore alla Cultura del Comune di Crotone. (rkr)

 

CAPO COLONNA (KR) – La presentazione della “Testa di Cavallo”

Questa mattina, a Capo Colonna, alle 10.30, al Museo e Parco Archeologico, la presentazione del reperto Testa di Cavallo.

L’evento è stato organizzato in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019, e rientra nell’ambito della mostra Vide – Viaggio dell’Emozione, in corso a Palazzo Arnone di Cosenza.

Si tratta di una testa di cavallo in marmo che, probabilmente, faceva parte della decorazione esterna dell’antico tempio di Era Lacinia.

A presentare il reperto, Gregorio Aversa, direttore del Museo di Capo Colonna, e l’archeologo Alfredo Ruga. (rkr)

CAPO COLONNA (KR) – Stasera la premiazione del concorso “Le storie del Lacinio”

Oggi pomeriggio, a Capo Colonna, alle 18.30, presso il Museo e Parco Archeologico Nazionale, la premiazione del concorso fotografico Le storie di Lacinio.

L’evento rientra nell’ambito della rassegna Timeless – Attualità dell’antico, ed è stato promosso dal Polo Museale della Calabria.

 Una giuria, composta da fotografi ed autorevoli rappresentanti della comunità locale, tra più di novanta partecipanti ha selezionato dieci foto finaliste e, nel corso della serata premierà, le prime tre classificate. 

In concomitanza all’iniziativa, inoltre, verrà inaugurata una mostra fotografica sulla bellezza del promontorio di Capo Colonna con foto storiche e scatti di professionisti e non. (rkr)

 

CROTONE – La serie di eventi “R…estate al Museo 2019”

Al via, al Museo Archeologico Nazionale di Crotone, e al Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna, le conversazioni estive E…state al Museo 2019 – Timeless, attualità dell’antico.

Il primo appuntamento è in programma martedì 16 luglio, al Museo di Crotone, con il prof. Francesco Cuteri, dell’Accademia di Belle Arti, che relazionerà sul tema Fra Calabria e Monte Athos. Storie di monaci e d’eremiti.

Nel secondo incontro, invece, in programma il 23 luglio, sempre a Crotone, Francesco Scarpino, amministratore unico di BluOcean e Gregorio Aversa, del Polo Museale della Calabria, relazioneranno su Clay vs plastic: terracotta e plastica a confronto.

Domenica 28 luglio, a Capo Colonna, Le storie di Lacinio, un contest fotografico in collaborazione con fotografi professionisti e amatoriali di Crotone.

Si prosegue il 10 agosto a Capo Colonna, alle 21.30, con l’evento Il lacinio sotto le stelle con Aberto VegaPiero Devono, docenti planetaristi, che condurranno i presenti a una visita guidata presso il Planetario dell’Istituto Tecnico Nautico di Crotone.

Si torna a Crotone martedì 20 agosto, con Dal mare alla tavola. Metodi di pesca e consumo del pesce ieri e oggi con Fabrizio MOllo, dell’Università di Messina, Antonio Montesanti, esperto tecniche di pesca e lo chef Max della trattoria omonima di Cirò Marina.

La rassegna si concluderà martedì 27 agosto, a Crotone, con l’archeologa Anna Rotella che relazionerà su Dal collezionismo alla storia. L’archeologia, Vito Capialbi e gli altri. (rkr)

CAPO COLONNA – Si parla di “patrimoni culturali in conflitto” con Costanza De Simone

Oggi, a Capocolonna, alle 10.00, presso il Museo Archeologico Nazionale, l’incontro con l’archeologa Costanza De Simone, che parlerà del tema Patrimoni culturali “in conflitto”.

L’evento è stato organizzato dal Museo di Capo Colonna in occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio promossa dal Mibac.

L’evento coincide con la mostra fotografica Occhi sul Mediterraneo, ospitata, fino al 31 marzo, presso il Museo.  La mostra affronta questioni legate all’immigrazione e alle devastazioni nei territori di guerra, soprattutto in Medio Oriente.

 

«Nel frattempo – si legge in una nota del Museo – si è conclusa la Settimana dei Musei, indetta sempre dal Ministero dal 5 al 10 marzo, e che ha visto una consistente partecipazione di pubblico, anche grazie ad un ciclo di iniziative promosse dal Museo Archeologico Nazionale di Crotone: giovedì 7 marzo si è svolta la presentazione del Monetiere che è stato illustrato dalla numismatica Giorgia Garganoassieme all’archeologo SABAP Alfredo Ruga; venerdì 8 marzo è stato possibile visitare il Museo in compagnia del Direttore; mentre sabato 9 marzo il prof. Francesco Lopezha tenuto una conferenza sul tema “Il cuore nella medicina egizia”». (rkr)

CAPO COLONNA – La mostra “Planet vs Plastic”

Inaugurata a Capo Colonna, il Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna ospiterà la mostra Planest vs Plastic. Un pianeta straordinario tra bellezza e abusi di Randy Olson.

 

La mostra, frutto della partnership tra BluoceanNational Geographic, «propone al visitatore una tematica di grande rilevanza e interesse globale: la plastica. Il tema delle materie plastiche e delle conseguenze cha hanno sull’ambiente è attualissimo anche per l’UE che, durante la celebrazione della giornata mondiale sull’ambiente, lancerà una campagna di sensibilizzazione per puntare i riflettori sulla scelta dei consumatori e sul ruolo che hanno i singoli cittadini nella lotta contro l’inquinamento da plastica; puntando entro il 2030 ad una sostanziale riduzione». (rkr)

ANTICA KROTON: DALLA REGIONE 36 MILIONI PER L’AREA ARCHEOLOGICA

1° agosto – Sottoscritte, alla Cittadella Regionale, tra il presidente della Regione Mario Oliverio, il sindaco Ugo Pugliese e il segretario regionale del Mibac Salvatore Patamia le prime convenzioni per l’Antica Kroton per un importo complessivo di 36 milioni di euro che fanno entrare nella fase operativa un progetto destinato a cambiare il volto alla città di Crotone.
Con la sottoscrizione delle convenzioni, infatti, si dà, infatti, il via alla fase di progettazione ed appalto delle opere.
Le convenzioni sottoscritte sono undici e riguardano la valorizzazione dell’area archeologica del quartiere settentrionale, l’area dell’archeologia urbana, il Lacinio e il percorso tra la Città e Capo Colonna, la riqualificazione della scuola di San Francesco.
Le altre convenzioni che completano il progetto che è finanziato per oltre 61 milioni e 700 mila euro saranno perfezionate e sottoscritte nei prossimi giorni.

Il Presidente Mario Oliverio e il sindaco Ugo Pugliese
Il Presidente Mario Oliverio e il sindaco Ugo Pugliese

Si tratta di uno dei più grossi interventi previsti nella storia più recente della città. Il progetto “Antica Kroton” vuole realizzare, attraverso la valorizzazione delle peculiari risorse culturali, archeologiche, ambientali e paesaggistiche, le condizioni per lo sviluppo locale sostenibile in un’area urbana caratterizzata da emergenti specificità economiche e sociali. Un sistema urbano da riscoprire e una competitività territoriale re-inventata partendo dallo straordinario tesoro materiale e immateriale diffusamente presente e dalla messa a regime di cicli di produzione che lavorino nuovi prodotti e servizi in campo culturale, turistico e ambientale.


Capo Colonna, Vrica e Stuni, i siti di archeologia urbana, l’ex area SIN, il Castello di Carlo V e le mura della città storica, l’Area Marina Protetta, i percorsi del paesaggio, insieme al sistema dei parchi urbani, vengono inseriti in una strategia integrata, che si focalizza su risorse e potenzialità, esplicitando una nuova visione per la città.
«È una giornata importante per la città di Crotone che vede finalmente realizzato un percorso per il quale abbiamo lavorato, senza risparmiarci, per due anni. Un progetto destinato a cambiare il volto della nostra città. Confesso l’emozione di aver sottoscritto queste convenzioni con la consapevolezza di star producendo qualcosa di realmente importante per la città di Crotone e per i suoi cittadini. Abbiamo superato tutto, anche critiche immotivate e di parte, ma noi siamo dalla parte giusta, quella della città e dei cittadini e nel loro interesse ci siamo impegnati per realizzare questo importante risultato. Ringrazio il presidente della Regione Mario Oliverio che ha fortemente creduto in questo progetto e per il puntuale e costante dialogo che ha portato alla sua definizione. Ringrazio il dr. Patamia del Segretariato Regionale. Adesso si apre una fase nuova per la città con prospettive importanti in termini di sviluppo economico e sociale.” ha detto il sindaco Ugo Pugliese. (rkr)