CARIATI (CS) – Presentati sette progetti per il Cis

Sono 7 i progetti, per oltre 13 milioni di euro, con i quali l’Amministrazione Comunale candida la Città ad essere ammessa ai finanziamenti ministeriali previsti dai Contratti Istituzionali di Sviluppo (CIS), piano straordinario di interventi per valorizzare il patrimonio ambientale, turistico e culturale della regione e renderlo fruibile a tutti.

Lo ha reso noto il sindaco, Filomena Greco, sottolineando con l’assessore alle opere pubbliche Fiorenzo Bevacqua che il filo rosso delle proposte progettuali avanzate è stato, insieme a quello di migliorare la vivibilità per i residenti, quello della valorizzazione dei marcatori identitari e delle risorse storiche, paesaggistiche, ambientali ed enogastronomiche per i turismi.

Oltre 2,7 milioni per la messa in sicurezza delle aree in frana lungo l’acquedotto comunale Acquarella-Zagaria; quasi 2 milioni per il progetto di viabilità sostenibile; un milione e 700 mila euro per il progetto di riqualificazione sociale e culturale dell’area degradata denominata Borgo Marina; un milione e 738 mila per il progetto di riqualificazione ambientale della fascia rimboschita e la realizzazione di una pista ciclabile di collegamento con il centro urbano; due milioni e 700 mila euro per la riqualificazione ed il recupero della zona Stabilimento e San Paolo.

Circa 1,8 milioni per la valorizzazione del territorio e la creazione di un museo della cultura contadina; meno di un milione di euro per la realizzazione della Fabbrica del Pensiero Meridiano e del turismo esperienziale ed eco sostenibile. Sono, questi, nello specifico gli importi ed progetti che se ammessi a finanziamento potranno contribuire allo sviluppo del territorio. (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Presentati sette progetti per il Cis

Il Comune di Cassano allo Ionio ha presentato sette progetti per il Cis Calabria Svelare bellezza, il piano straordinario di interventi per la valorizzazione del patrimonio ambientale, turistico e culturale della Regione, avviato dal Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale.

Lo ha reso noto il sindaco, Gianni Papasso, spiegando che  sono stati proposti dall’amministrazione comunale sei interventi in forma singola e un intervento in aggregazione con altri comuni dell’alto ionio cosentino. Nello specifico, riguardano : la realizzazione di un impianto di depurazione unico, nell’ottica di un programma generale di risanamento ambientale e con lo scopo di garantire economicità nella gestione e conseguente risparmio sulle tariffe, dell’importo complessivo di € 15.000.000,00; la realizzazione di nuovi tratti fognari nelle contrade non ancora servite di Caccianova, Brighetto, Fuscolara, Laccata e Sisto, al fine di migliorare le condizioni di vita della popolazione residente e le condizioni ambientali della zona, favorendone lo sviluppo, del costo complessivo di € 8.500.000,00.

E ancora, la realizzazione di una pista ciclabile di collegamento dei principali siti di interesse turistico e culturale del territorio comunale, con l’obiettivo di realizzare un sistema infrastrutturale di mobilità moderno, digitalizzato e sostenibile dal punto di vista ambientale, dell’importo totale di € 5.500.000,00; la riqualificazione e il miglioramento della qualità urbana nel centro storico cittadino, attraverso la sistemazione e l’arredo urbano di un percorso di circa tre chilometri, che collega il nucleo storico con l’area termale, dell’importo di € 1.780.000,00.

La realizzazione del Parco naturalistico “Torre di Milone” e teatro all’aperto, che prevede la valorizzazione dell’area dell’ex ferrovia calabro-lucana, a diretto contatto con l’area termale, attraverso la costruzione di un teatro all’aperto, il recupero degli ex bagni termali, il restauro monumentale dell’antica Torre di Milone e la sistemazione paesaggistica dell’area circostante la torre con la creazione di un parco naturalistico, dell’importo di € 1.785.000,00; la riqualificazione dell’antica Masseria Bruscate e la sua rifunzionalizzazione a centro turistico- culturale di eccellenza, attraverso un intervento di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’immobile, con l’obiettivo di ampliare l’offerta turistica di tipo prevalentemente balneare, facendo conoscere gli attrattori culturali e ambientali del territorio e promuovendo anche le eccellenze enogastronomiche di cui è ricco, del costo complessivo di € 2.135.000,00 circa.

Inoltre, insieme ai Comuni di Rocca Imperiale, Canna, Nocara, Montegiordano, Roseto Capo Spulico, Castroregio, Oriolo, Amendolara, Trebisacce, Albidona, Alessandria Del Carretto, Plataci, Villapiana, Francavilla Marittima, Cerchiara Di Calabria, San Lorenzo Bellizzi, è stata candidata una proposta unitaria, costituita da una serie coordinata di operazioni riguardanti i singoli territori dei diversi comuni, alla quale Cassano ha aderito con il progetto di sistemazione e riqualificazione funzionale e urbanistica dell’area portuale Laghi di Sibari – Marina di Sibari, che prevede il miglioramento dell’accessibilità turistica, la riqualificazione degli spazi pubblici a verde e l’efficientamento degli impianti a rete pubblici (idrico, fognario e di smaltimento delle acque bianche), dell’importo di € 4.600.000,00.

Complessivamente, quindi, ha sottolineato il sindaco Papasso, proposte per oltre 39 milioni di euro, che abbracciano l’intero territorio, con l’obiettivo di rilanciare e rafforzare l’immagine di Cassano e “svelarne la bellezza”, attraverso la riqualificazione ambientale e urbana, la creazione di spazi per la cultura, la valorizzazione turistica e la mobilità sostenibile.​ (rcs)

CORIGLIANO ROSSANO – Presentato il Cis Calabria “Svelare bellezza”

È stato presentato, a Corigliano Rossano, dalla sottosegretaria per il Sud, Dalila Nesci, il Contratto Istituzionale di Sviluppo Calabria.

A fare gli onori di casa, insieme a Davide Tavernise, capogruppo in Consiglio regionale del Movimento 5 Stelle, il sindaco di Corigliano Rossano, Flavio Stasi. Presenti i parlamentari del territorio Abate, Forciniti, Sapia, nonché i Sindaci di Paludi, Cropalati, Campana, Villapiana, Amendolara, San Lorenzo del Vallo, Scala Coeli, Calopezzati, Mirto Crosia, Oriolo, Montegiordano, Canna e Roseto Capo Spulico.

«Il Cis Calabria non può che essere l’inizio di un nuovo lavoro che dobbiamo svolgere insieme, perché solo collaborando, senza scendere in sterili campanilismi, possiamo ottenere risultati concreti per i calabresi» ha dichiarato tavernise.

«La coesione territoriale – ha evidenziato la sottosegretaria Nesci – richiede interventi strutturali che, come Governo, stiamo portando avanti per ridurre i divari e favorire la crescita di tutto il Paese. In una regione come la Calabria, formata in larga misura da Comuni dislocati nelle zone periferiche della regione, il Cis può diventare uno strumento di sviluppo delle aree interne e di valorizzazione della loro ricchezza produttiva e culturale. Questo progetto vuole rendere sempre più fruibili i nostri territori per chi li visita, ma anche più vivibili per chi li abita. Svelare la bellezza della Calabria significa investire sulle zone rurali e le aree interne, che custodiscono un vero patrimonio in termini di storia e tradizioni».

I comuni interessati dal CIS Calabria: 150 nella provincia di Cosenza; 27 nella provincia di Crotone; 80 nella provincia di Catanzaro; 50 nella provincia di Vibo Valentia; 97 nella Città metropolitana di Reggio Calabria. Oltre al Ministero per il Sud e la Coesione territoriale, sono coinvolti: l’Agenzia per la Coesione Territoriale, in qualità di Autorità di Gestione; Invitalia, in qualità di Soggetto Attuatore e Centrale di Committenza del CIS; il Responsabile Unico del Contratto (RUC); la Regione Calabria, chiamata a coadiuvare il Ministero nella fase preliminare raccogliendo le proposte, ad assistere gli enti pubblici del territorio nella presentazione delle medesime, a verificare l’aderenza con i piani regionali di intervento, a partecipare con eventuali proprie risorse al finanziamento del CIS; gli Enti pubblici del territorio.

Ambiente, risorse naturali, riqualificazione urbana, cultura e minoranze etno-linguistiche, turismo, trasporti e mobilità sostenibili, gli Ambiti di Azione.

 Viceversa, i criteri da tenere presente in sede di compilazione delle proposte di intervento sono: la coerenza con gli ambiti di azione; l’assenza di altro finanziamento per il medesimo progetto; significatività dell’intervento (minimo un milione di euro); la sostenibilità ambientale. (rcs)

 

SERRA SAN BRUNO (VV) – La sottosegretaria Nesci incontra i sindaci della zona

Domani pomeriggio, a Serra San Bruno, la sottosegretaria per il Sud, Dalila Nesci, incontrerà i sindaci della zona per illustrare il Contratto Istituzionale di Sviluppo della Calabria.

Saranno presenti i Sindaci di Brognaturo, Fabrizia, Mongiana, Nardodipace, San Nicola da Crissa, Serra San Bruno, Simbario, Spadola, Vallelonga, Dinami e Filadelfia.  (rvv)

Orrico (M5S) presenta interrogazione per ritardo nomina Ruc per Cis Cosenza

La deputata del Movimento5 StelleAnna Laura Orrico, ha reso noto di aver depositato una interrogazione parlamentare in quanto nonostante il Contratto Istituzionale di Sviluppo riguardante il centro storico di Cosenza, sia stato firmato, approvando la lista degli interventi, nel settembre del 2020, non è ancora stato nominato il Responsabile Unico del Contratto.

L’interrogazione, dunque, servirà per «capire le ragioni del ritardo, riguardante, fra l’altro, anche la nomina dei Ruc relativi ai Cis inerenti i centri storici di Napoli e Palermo. Auspico, infatti, che chi al momento gestisce la delega ai Cis al Ministero della cultura acceleri su queste nomine senza le quali i progetti non possono andare avanti» ha spiegato Orrico.

«Soprattutto a Cosenza – prosegue la nota – dove sta per insediarsi una nuova amministrazione, quella guidata da Franz Caruso, che sono certa darà, finalmente, un imprinting ed una un’accelerata importante all’impiego delle risorse previste per il centro storico di Cosenza dall’allora ministro Dario Franceschini».

«Inoltre – conclude Anna Laura Orrico – proprio la scorsa settimana ho incontrato il nuovo Prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, che ringrazio per la disponibilità, non solo per farle gli auguri di buon lavoro ma anche per raccontarle l’attività svolta per finalizzare il Cis e non perdere così le occasioni che con esso si prospettano, nonché per esporre l’architettura del progetto che si pone, fra gli altri, l’obiettivo di rendere il centro storico un punto di riferimento per tutto il sud Italia nella formazione delle professionalità legate al mondo della cultura». (rp)

Cis, Amalia Bruni: Regione finanzi i Comuni nella fase progettuale con tavolo di concertazione

La leader dell’opposizione in Consiglio regionale, Amalia Bruni, in merito al Contratto di Sviluppo Istituzionale, ha chiesto che la Regione Calabria intervenga finanziando i Comuni nella fase progettuale attraverso un tavolo di concertazione.

Ma non solo: l’appello è rivolto anche all’Anci Calabria e e alle Province, affinché « aprano subito un tavolo di discussione progettuale con gli enti locali per individuare e raccogliere le proposte progettuali da utilizzare per il Contratto Istituzionale di Sviluppo Calabria».

«Il bisogno di rilancio e riscatto della Calabria parte dalle città» ha rimarcato la Bruni, spiegando che «il Cis  è proprio quello strumento che serve ad accelerare i progetti strategici concepiti per valorizzare i territori. Gli interventi, che saranno finanziati con risorse nazionali ordinarie, risorse comunitarie e del Fondo per lo sviluppo e la coesione, dovranno essere individuati attraverso una concertazione progettuale con gli enti locali, rendendoli propositivi, in un percorso condiviso che permetta soluzioni strategiche, progetti cantierabili e addizionali».

«Il problema – ha aggiunto – è che gli enti locali, soprattutto quelli che nel corso degli anni hanno visto ridursi drasticamente il proprio personale, non hanno gli strumenti o i mezzi per realizzare progettualità vincenti».

«La possibilità di incidere – ha proseguito – con progettualità legate all’Ambiente, alle risorse naturali, alla riqualificazione urbana, alla Cultura e alle minoranze etno-linguiste, al Turismo enogastronomico, sportivo e religioso, e ai Trasporti, con particolare riferimento alla mobilità sostenibile, è troppo importante perché permetterebbe di creare nuove occasioni di sviluppo per le comunità oltre che creare un indotto per le attività private. Ogni risorsa disponibile deve essere messa in campo, per poter fare la differenza».

«Applichiamo un metodo scientifico per trovare soluzioni concrete a problemi atavici – ha concluso Bruni –. C’è bisogno di dotare di strumenti efficienti coloro che sono chiamati a progettare, in base ai fabbisogni dei territori, senza relegare la gestione di questi fondi a burocrati grigi e svogliati: diamo voci ai territori e ai Comuni e ai Sindaci, perché la voce dei Comuni e dei Sindaci è la voce dei Cittadini». (rrm)

REGGIO: STASERA UNA GIURISTA LEGGE “NON TI PAGO” DI EDUARDO DE FILIPPO

6 luglio – Si svolge stasera, a Reggio, alle 21.00, presso il Chiostro di San Giorgio al Corso, l’incontro “Una giurista legge ‘Non ti pago’ di Eduardo De Filippo”.
L’evento è stato organizzato dal Centro Internazionale Scrittori della Calabria, e rientra nel ciclo di “Diritto Costituzionale”, e prevede le relazioni a cura di Melania Salazar, ordinario di Diritto Costituzionale dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. (rrc)

 

REGGIO: IL CIS DÀ IL VIA AL FESTIVAL DI POESIA DIALETTALE “GIUSEPPE MORABITO”

2 luglio – Il Cis della Calabria, ha dato il via alle iscrizioni per partecipare alla quinta edizione del Festival di Poesia Dialettale Calabrese “Giuseppe Morabito” 2018.
Si tratta di un Festival a cadenza annuale, organizzato dal Centro Internazionale Scrittori della Calabria, che è suddiviso in due sezioni: la prima, la sezione “Poesia inedita in dialetto calabrese”. mentre la seconda è la sezione “Poesia edita in dialetto calabrese”. I partecipanti, dovranno inviare cinque loro elaborati entro il 15 luglio, e saranno giudicati da una giuria presieduta da Paola Radici Colace, professore ordinario di Filologia Classica presso l’Università di Messina, e presidente onorario e direttore scientifico del Cis.

Cis Calabria Festival
Il regolamento del Festival di poesia dialettale calabrese

All’interno del Festival, sono inoltre previste molte sezioni: la sezione “Gaetano Privitera”, la sezione “Luigi Campagna”, sezione “Mimmo Martino” e sezione “Pasquale Calcaramo”, che permetteranno al primo classificato di ricevere, oltre a una targa e a un diploma, un premio in denaro. (rrc)

REGGIO: STASERA UNA CONVERSAZIONE SU LEONARD COHEN

2 luglio – Si svolge stasera, alle 21.00, a Reggio, presso il Chiostro di S. Giorgio al Corso, la conversazione “L’accordo segreto del Re: Leonardo Cohen, l’immortale”.
L’evento è stato organizzato dal Centro Internazionale Scrittori della Calabria, ed è il primo di una serie di appuntamenti che hanno l’obiettivo di promuovere e divulgare la letteratura, le arti, le scienze e la religione.
Relaziona il prof. Francesco Villari, critico musicale, scrittore e giornalista con l’ausilio di una sintesi multimediale. Coordina Loreley Rosita Borruto.

Leonard Cohen esibizione
L’artista Leonard Cohen in una esibizione del 2013

Leonard Cohen, è stato uno dei più celebri e apprezzati cantautori della storia della musica. Nelle sue opere, l’artista esplora temi come la religione, l’isolamento e la sessualità. Vincitore di numerosi premi e onorificenze, nel 2011 gli è stato conferito il Premio “Principe delle Asturie” per la Letteratura. (rrc)