Al via il bando “Calabria Emotion” della Fondazione Magna Graecia

Si intitola Calabria Emotion il bando della Fondazione Magna Graecia, diretto a filmaker, sceneggiatori e autori con «la Calabria nel cuore» per realizzare un cortometraggio in grado di cogliere e raccontare la vera identità della Calabria per promuovere i valori, le emozioni, le bellezze, la cultura, i suoni, i colori, i sapori, la gente.

«Non è possibile – ha spiegato Nino Foti, presidente della Fondazione Magna Grecia – conoscere la Magna Grecia ed i suoi valori senza conoscere la Calabria, ricchissima di storia, suggestioni e testimonianze culturali ed artistiche della civiltà dell’Antica Grecia. Ma la Calabria è tante altre cose: è un cuore pulsante capace di regalare emozioni infinite. Calabria Emotions cerca quelle emozioni».

Nino Foti

Come Foti aveva anticipato, annunciando la volontà di produrre un cortometraggio, «la Fondazione intende premiare chi saprà raccontare le tantissime emozioni che la Calabria sa regalare».

I partecipanti dovranno proporre la propria idea originale ed inedita per far conoscere la Calabria partendo dalla sua storia, dalle suggestioni e dalle testimonianze culturali ed artistiche della Magna Grecia ed arrivando al suo cuore pulsante e moderno.

L’idea, che potrà toccare tutti o solo alcuni dei valori identitari indicati nel bando, dovrà essere proposta attraverso un soggetto, un trattamento ed una scaletta di massima, relativi ad un cortometraggio con una durata minima di 4 minuti e una durata massima di 7 minuti. Il soggetto proposto dovrà poter essere riassunto, senza comprometterne il senso, nelle varie declinazioni da usare come spot.

La Fondazione produrrà il soggetto che vincerà il bando, riservandosi la proprietà totale dell’opera ed ogni suo diritto di sfruttamento. L’importo massimo stabilito per la produzione del cortometraggio è di 18mila euro, Iva inclusa.

Tra tutti i soggetti presentati, saranno scelti i cinque giudicati migliori e più aderenti ai temi del bando. La Commissione nominata dalla Fondazione, di cui verranno resi noti i nomi a chiusura del bando, individuerà la rosa dei cinque finalisti. I finalisti dovranno sviluppare ulteriormente l’idea. Avranno due settimane per presentare la sceneggiatura completa, la scaletta definitiva, le eventuali liberatorie per attori, musiche e quanto altro proposto passibile di diritti d’autore, i dettagli sui tempi e modi di realizzazione, compresi quelli di produzione esecutiva.

Indaco Film, partner tecnico della Fondazione Magna Grecia, si affiancherà ai soggetti finalisti che chiederanno una produzione esecutiva, aiutandoli nell’identificazione e nella compilazione del budget. Il bando, infatti, si rivolge anche ad autori e/o sceneggiatori che non abbiano un team completo per la produzione cinematografica; la presenza di Indaco Film, che potrà occuparsi anche della produzione esecutiva, garantisce la possibilità di participare a chiunque abbia un’idea vincente.

Il cortometraggio sarà utilizzato dalla Fondazione Magna Grecia per far conoscere ed apprezzare le emozioni che solo una terra ricca di storia, cultura e bellezze naturali come la Calabria sa regalare. (rcz)

Alla Magna Graecia borse di studio a tutti gli studenti meritevoli

L’Università Magna Graecia di Catanzaro ha deciso di erogare per l’ampliamento del fondo per le borse di studio «per tutti gli studenti capaci e meritevoli, seppur privi di mezzi, presenti nelle graduatorie per l’anno accademico 2019/2020».

Grande soddisfazione per Valerio Donato, presidente della Fondazione Umg: «È un grande successo per l’intera comunità accademica catanzarese e per le istituzioni Afam di competenza reso possibile grazie alla sinergia di tutta l’Università Magna Graecia».

«Desidero ringraziare – ha aggiunto – a nome di tutto il Consiglio di Amministrazione il Magnifico rettore per il significativo contributo che l’Ateneo ha deciso di erogare per l’ampliamento del fondo per le borse di studio per l’anno accademico 2019/2020, soprattutto in considerazione dello sforzo affrontato dell’Umg in presenza di rigidi vincoli di bilancio e viste le numerose necessità a cui la nostra Università deve far fronte».

Il presidente Donato rivolge al contempo un sentito ringraziamento alla comunità studentesca che, con abnegazione e determinazione, ha mantenuto alto l’interesse sul diritto allo studio universitario e ha promosso una significativa battaglia al fine di rendere beneficiari di borsa di studio tutti gli studenti idonei.

«Poter realizzare lo scorrimento di tutte le graduatorie in un anno così difficile per tutte le famiglie italiane – ha sottolineato Donato – è veramente motivo di grande soddisfazione e per questo desidero porgere i sensi di affettuosi ringraziamento ai componenti del Consiglio di amministrazione e a tutto il personale della Fondazione che, con uno sforzo intelligente e appassionato, ha contribuito in modo determinante a conseguire questo risultato di particolare pregio. Sono certo – conclude Donato – che con queste premesse anche l’anno accademico 2020/2021 inizierà con gli auspici migliori». (rrm)