;

Quanto è stellata la notte in Aspromonte? Al via il progetto del Parco delle stelle

Un incontro per un progetto affascinante: Aspromonte: un parco per le stelle – Quanto è stellata la notte?.  Oggi pomeriggio a Reggio, alle 18, al Planetario Pythagoras, alla presenza del Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà, del Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte Domenico Creazzo, del Delegato alla Cultura Filippo Quartuccio e dei Sindaci afferenti alla Comunità del Parco, si parlerà dell’iniziativa I parchi delle stelle che ha già superato la fase sperimentale. Scrutare il cielo dai siti naturalistici diventa, quindi, un motivo in più per conoscere e apprezzare il territorio e le sue bellezze e l’Aspromonte è sicuramente il luogo ideale per puntare i cannocchiali e osservare le stelle. Il progetto del Parco delle stelle parte da Reggio con il pieno coinvolgimento del Planetario Pythagoras che sta svolgendo una meritoria opera di avvicinamento dei giovani all’astronomia e ai misteri del cielo.

Il progetto – nazionale – è nato per valorizzare l’importanza dei siti naturali, anche, quali punti di osservazione astronomica. L’obiettivo è la realizzazione di iniziative didattiche e divulgative a carattere astronomico-ambientale. Il censimento dei siti astronomici italiani promosso, nel maggio 1992, dall’Osservatorio Astronomico Serafino Zani di Lumezzane, intende stilare ed aggiornare periodicamente l’elenco delle località italiane particolarmente adatte per l’osservazione del cielo notturno, possibilmente raggiungibili con mezzi di trasporto e comunque con dei telescopi mobili. Il Parco Nazionale dell’Aspromonte è stato individuato come uno dei siti migliori per osservare il cielo stellato. Alla luce di questo risultato già negli anni ‘90 la Società Astronomica Italiana, attraverso la Sezione Calabria, la Provincia di Reggio Calabria, oggi Città Metropolitana, il Comune di Roccaforte del Greco avevano firmato con l’Ente Parco d’Aspromonte un protocollo d’intesa finalizzato al recupero ed utilizzo della base di Nardello al fine di realizzare un Parco delle Stelle. La sinergia tra Ente Parco d’Aspromonte e la Società Astronomica Italiana-Sez. Calabria non si è mai interrotta perché ispirata alla crescita culturale della collettività.

Questa collaborazione si è ulteriormente intensificata nel 2017 con l’adesione del Parco al progetto PRISMA (Prima Rete Italiana per la Sorveglianza sistematica di Meteore e Atmosfera). Gli obiettivi del progetto sono riferiti allo studio della caduta del materiale extraterrestre sul nostro Pianeta, la possibilità di osservarne il fenomeno, comprenderne cause e studiarne la composizione. Il progetto Prisma e le iniziative legate al “parco delle Stelle” andranno a stabilizzare l’ampio ed articolato percorso di una nuova offerta turistico-culturale già avviata con l’Ente Parco dell’ Aspromonte.

L’Ente Parco dell’Aspromonte, da sempre promotore di numerose iniziative turistico-culturali tese alla valorizzazione dei vari ambienti che in esso coesistono, con la condivisione di questa idea progettuale allarga le sue già numerose iniziative ed offre la possibilità di far conoscere a tutti, e nel modo più facile, quello che è uno degli ambienti meno conosciuti, ma tra i più affascinanti di un parco naturale, il Cielo, oggi sconosciuto e reso inaccessibile dall’inquinamento luminoso prodotto da una insensata illuminazione dei grandi agglomerati urbani.

L’idea guida del progetto è quella di recuperare attraverso l’astronomia all’interno del Parco il prezioso patrimonio locale, il sapere tradizionale quale fonte di saggezza e conoscenza e cuore stesso della conoscenza tecnica e scientifica. Le attività realizzate, in questa prima annualità, si sono sviluppate da un lato nella direzione della promozione e valorizzazione delle aree del Parco dove sono state organizzate serate osservative sotto la guida di esperti e, dall’altra, con le attività didattiche con gli Istituti scolastici che hanno aderito al progetto nazionale: “Quanto è stellata la notte?” promosso dal MIUR all’interno della Settimana nazionale dell’Astronomia e rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e di cui la Città Metropolitana è capofila.

In via sperimentale è stato bandito il concorso fotografico “I sentieri delle Stelle”. In questa occasione saranno premiate le scuole secondarie di primo grado che si sono distinte nel Progetto e le più belle foto scattate all’interno del Parco.

Nel corso dell’incontro interverranno Sergio Tralongo, Direttore del Parco Nazionale dell’Aspromonte, la prof.ssa Angela Misiano responsabile scientifico del Planetario e il prof. Marco Romeo Responsabile del Progetto PRISMA. (rrc)