BORGIA (CZ) – Il commosso saluto del Comune a don Giovanni Signorello

L’Amministrazione comunale di Borgia, guidata dal sindaco Elisabeth Sacco, ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa di don Giovanni Signorello, scomparso dopo una lunga malattia.

«Don Giovanni ha servito con devozione e impegno la nostra comunità da vice parroco per diversi – ha dichiarato il sindaco Sacco –. Lo ricordiamo sorridente e disponibile, buono d’animo con tutti, pronto a tendere una mano interpretando in pieno la propria missione pastorale, senza dimenticare il grande attaccamento alle forze armate. Il suo percorso, infatti, era stato segnato anche dagli anni in Kosovo, dove ha fatto il cappellano militare».

«Ed è veramente una coincidenza toccante – ha aggiunto – che abbia salutato la vita terrena nel giorno in cui il Paese celebra le forze armate che don Giovanni ha servito con grande tensione emotiva. Un sentito pensiero di vicinanza va alla famiglia e a quanti, incrociandolo, gli hanno voluto bene. A don Giovanni il nostro commosso ultimo saluto». (rcz)

BORGIA (CZ) – Domenica la presentazione di “FlautInCoro”

Domenica 11 ottobre, a Borgia, alle 17.45, nella sala consiliare del Comune, la presentazione del Cd FlautInCorso della Magna Graecia Flute ChoirOrchestra di Flauti della Calabria.

A seguire, alle 18.30, il Quintetto Aulos in concerto.

L’evento fa parte del festival Armonie D’Autunno organizzato dall’associazione a cui fa capo l’orchestra di flauti con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Borgia, sempre attenta e disponibile a valorizzare le realtà culturali locali.

Il quintetto di flauti Aulos, altra formazione derivante dalla Magna Graecia Flute Choir, con protagonisti il direttore e fondatore del gruppo, Sebastiano Valentino, nel ruolo di 1° flauto, e dei componenti Asia Guerrisi, Veronica Romeo (flauti), Giulia Curcio (flauto contralto) Lorella Esposito (flauto basso).

Il festival proseguirà poi a novembre con un concerto per baritono e chitarra del Duo Gafade (il 15 novembre), il secondo Raduno di Cori Polifonici per Santa Cecilia presso la Basilica Concattedrale di Squillace (il 22 novembre) e il concerto pre natalizio con l’orchestra di flauti della Calabria Magna Graecia Flute Choir a Borgia (il 18 dicembre). (rcz)

BORGIA (CZ) – Si chiude “Borgia Borgo Espanso”

Domani, a Borgia,  si chiudono gli appuntamenti extra della sezione di Armonie d’Arte Festival, diretto da Chiara Giordano, dal titolo Borgia Borgo Espanso.

Gli appuntamenti sono stati realizzati in collaborazione con la Fondazione Michelangelo PistolettoCittàdellarte, l’Amministrazione comunale di Borgia, guidato dal sindaco Elisabeth Sacco.

Dalle 18.00 ci sarà la degustazione del gelato Armonie d’Arte presso la gelateria dell’artigiano gelataio Salvatore Chiarella: una deliziosa base di mandorla con fichi e una profumata riduzione di agrumi. Allo stesso orario partirà “L’Antitesoro”, una divertente caccia al tesoro lungo i luoghi borgesi per stimolare l’attenzione e il rispetto dell’ambiente. 

Dalle 19.00, a piazza Ortona, la premiazione L’Antitesoro, Med click (il miglior scatto amatoriale legato ai luoghi del Festival e a Borgia) e Di carta in carta ti racconto una storia (progetto a sostegno dell’ambiente e decoro urbano dedicato ai più piccoli!).

A seguire, Luci d’Artista con proiezioni speciali sul Duomo di Borgia legate al Festival e al suo tema delle Nuove Rotte Mediterranee e “Contaminazioni Duo”, performance musicale di Rocco Riccelli alla tromba e Alessandro Guido alle chitarre. (rcz)

BORGIA (CZ) – Verso la fase conclusiva degli eventi collaterali di Armonie d’Arte Festival

Gli eventi collaterali di Armonie d’Arte Festival, diretto da Chiara Giordano, a Borgia, sono nella fase conclusiva.

Ad arricchire la 20esima edizione, dal titolo Nuove rotte mediterranee, una serie di eventi collaterali e campagne, alcune ancora in corso, in ragione delle specificità che attivano un’utenza variegata e protratta.

Il centro storico di Borgia si animerà in via conclusiva il 5 settembre dalle ore 18.00 in Piazza Ortona con musica, le premiazioni delle attività lanciate nei giorni scorsi e con un particolare allestimento, Luci d’Artista, con i colori del Festival e particolari immagini legate al suo tematismo delle rotte mediterranee, con la possibilità di degustare il Gelato Armonie d’Arte (mandorla con fichi e riduzione di agrumi) preparato appositamente per il periodo del Festival dall’artigiano gelataio borgese, Salvatore Chiarella.

Tutti i pomeriggi, dal 18 al 27 agosto, al Parco Archeologico Nazionale Scolacium si sono svolti gli Incontri prêt-à-porter, discussioni sul tema delle rotte mediterranee e del ruolo della cultura e dei Festival come attivatori di nuova visione e narrazione del Mare Nostrum, con alcune delle figure esperte di settore più accreditate e attive della scena nazionale, nonché corrispondenti di testate internazionali di rilievo.

Si sono tenuti tour guidati: Le visite bizzarre, passeggiate a Scolacium, animate da interventi attoriali, tra storia, archeologia, mitologia e letteratura, per ingaggiare anche un’utenza che desidera una lettura più lieve e accattivante del patrimonio, e Ti racconto una storia, dedicati invece agli ospiti e al pubblico non locale per conoscere le preziosità paesaggistiche e storiche del territorio.

Senza trascurare l’enogastronomia d’eccellenza con Sitos & Food: degustazioni speciali ispirate alla storia antica e medievale di Scolacium, tra ricettari d’epoca ed eccellenze enogastronomiche contemporanee calabresi, e in particolare con dei “Re” della tavola del territorio come ad esempio l’olio.

Una sezione speciale del Festival è, poi, Borgia Borgo Espanso, in collaborazione con Fondazione Michelangelo Pistoletto e Cittàdellarte, ricca di attività sia di importante profilo nazionale che di specifica valorizzazione locale: dai dibattiti con Fortunato D’Amico e Saverio Teruzzi, curatori di Michelangelo Pistoletto, all’installazione de La Bandiera del Mondo, dello stesso Pistoletto e di Angelo Savarese, sulla spiaggia di Borgia, proprio la stessa dove approdarono gli ateniesi per fondare l’antica Skylletion ed espandere e costruire la civiltà occidentale; aggiungendo a tutto ciò un piano articolato di attività laboratoriali di teatro, pittura, scultura e banda-tradizione mediterranea.

Tra queste l’iniziativa a favore dell’ambiente sostenibile Di carta in carta ti racconto una storia, destinata ai ragazzi under 18, che sono chiamati a fotografare nel territorio di Borgia le carte abbandonate e quindi a creare piccole storielle di fantasia che potranno comunicare su apposito numero whatsapp al festival (3334029139) e le più belle saranno pubblicate sul sito e sui canali social del Festival. Inoltre, sempre a sostegno del decoro urbano, una particolarissima caccia la tesoro nel territorio borgese, l’Antitesoro, con percorsi destinati ad un pubblico over 18, tesi a consapevolizzare l’ordine urbano e segnalare elementi contrari o potenziali migliorie, potenziando l’identità civica e la condivisione della mission territoriale del Festival, e premiando poi con libri sulle storie di viaggi mediterranei.

Anche il micro progetto collaterale Med click è pensato per sostenere il territorio con il miglior scatto amatoriale legato ai luoghi del Festival e premiato da esperti con biglietti di ingresso al Parco Scolacium e pubblicazione sui canali social e sito del Festival, ed ugualmente Il Protagonista sei tu, dedicato ai selfie durante le attività del Festival per potenziare la diffusione tra i più giovani.

Molte anche le campagne attivate: I pulcini di Armonie d’Arte, simpatica comunicazione con piccoli messaggi artistici per i bambini, per stimolare in loro l’attenzione verso l’arte e la cultura; Il biglietto sospeso e Pedalando cantare, che hanno consentito di lasciare un biglietto pagato per gli spettacoli del Festival o per l’ingresso al Parco Scolacium da devolvere ad un under 30 o a famiglie senza reddito o di ricevere un biglietto ridotto utilizzando la bicicletta per raggiungere Scolacium.

Infine, per chi volesse un approfondimento innovativo e facilmente accessibile, sul sito potrà trovare I panieri del Festival, pacchetti di contenuti on line che richiamano un oggetto tipico delle terre calabresi: Demetra-paniere della natura e delle tradizioni popolari, Dioniso-paniere di enogastronomia, Athena-paniere di storia, miti e letteratura, Poseidone-paniere del mare, Ulisse-paniere della curiosità; i Panieri saranno anche oggetto di una card apposita per mantenere nel tempo il contatto con il pubblico e costituire uno spazio virtuale di informazioni aggiornate sia culturali che di promozione del territorio. (rcz)

In copertina, Un momento di “Ti racconto una storia” al Museo di Scolacium

BORGIA (CZ) – La presentazione di “Borgia Borgo Espanso”

Questa mattina, a Borgia, alle 11.00, la presentazione della sezione speciale di Armonie d’Arte Festival, dal titolo Borgia Borgo Espanso.

La sezione vede, quest’anno, la speciale collaborazione con il Maestro Michelangelo Pistoletto e la Fondazione Città dell’Arte.

Molte le eccezionali attività previste che saranno presentate nel corso dell’incontro con i giornalisti al quale prenderà parte il direttore artistico del Festival, Chiara Giordano, e il sindaco del Comune di Borgia, Elisabeth Sacco(rcz)

BORGIA (CZ) – L’8 marzo l’evento “Storie di donne dall’antichità”

Domenica 8 marzo, a Borgia, alle 11.00, al Museo e Parco Archeologico Nazionale di Scolacium, l’evento Storie di donne dall’antichità, organizzato in occasione della Giornata Internazionale della Donna.

Sarà, infatti, possibile ripercorrere tramite un’apposita visita guidata le tante testimonianze del mondo femminile presenti in questa Sede afferente al Polo Museale della Calabria, guidato dalla dottoressa Antonella Cucciniello che ha felicemente individuato nella dottoressa Elisa Nisticò, funzionario archeologo, la figura di referente per questo importante Bene Culturale.

«Un itinerario – ha spiegato la dott.ssa Nisticò – attraverso la storia delle donne dell’antichità che hanno lasciato traccia, il solco profondo del loro passaggio». (rcz)

 

BORGIA (CZ) – Domenica l’evento “Carnem levare – Semel in anno licet insanire”

Domenica 23 febbraio, a Borgia, alle 10.00, al Museo e Parco Archeologico Nazionale di Scolacium, l’evento Carnen levare – Semel in anno licet insanire.

Si tratta di una iniziativa di grande valenza didattica ed educativa, nonché ludica e divertente ispirata al Carnevale.

«Domenica 23 febbraio 2020 – ha spiegato Elisa Nisticò, funzionario archeologico e referente del Polo Museale della Calabria – sarà proposta l’iniziativa Carnem levare – Semel in anno licet insanire… A Carnevale è lecito essere chi desideriamo: divinità, imperatori, eroi, guerrieri o semplici cittadini romani. E’ l’occasione per divertirsi insieme e imparare».

«Il museo – ha proseguito Elisa Nisticò – si trasforma in un luogo che vi permetterà, grazie alla fantasia e al vostro intuito, di superare le barriere del tempo e diventare un vero romano de Scolacium. Il laboratorio è aperto a famiglie, bambini e adulti. Vi aspettano giochi a tema e tanto divertimento. Venite in maschera e stupiteci, in fondo a Carnevale tutto vale!». (rcz)

BORGIA (CZ) – Nasce lo Storico Concerto bandistico Città di Borgia

Adesso si chiama Storico Concerto bandistico Città di Borgia quella che, un tempo, era la storica banda musicale di Borgia. Dopo aver ritrovato la sua unità, la nuova formazione musicale ha fatto il suo debutto proprio nel giorno dedicato a Santa Cecilia, patrona della musica, con un concerto e la presentazione ufficiale ai cittadini.

Scopo di questa nuova realtà, è quella di rilanciare la grande tradizione bandistica della cittadina di Borgia, la cui costituzione risale all’epoca dell’Unità d’Italia. La Banda, infatti, ha rappresentato, in 150 di storia, un punto di riferimento per intere generazioni che, nella musica, hanno trovato stimoli e opportunità.

Il nuovo Consiglio direttivo della Banda, è composto dal presidente Maurizio MelitoGaetano Bongarzone, Salvatore Gullì, Mario PanteraPietro DanieliGiuseppe TavanoFrancesco Paravati. (rcz)

BORGIA (CZ) – Al via “Borgia Cultura Open Day”

È in corso, a Borgia, l’evento Borgia Cultura Open Day, l’appendice finale che chiude la programmazione della 19esima stagione di Armonie d’Arte Festival.

«Siamo lieti – ha dichiarato la direttrice artistica del Festival, Chiara Giordano – di questo spazio di coda della programmazione, come un piccolo ma prezioso omaggio a Borgia con la cui amministrazione da anni collaboriamo nel segno della Cultura come strumento indispensabile per la qualificazione  della città e per lo sviluppo sociale della popolazione; d’altronde crediamo giusto che, oltre al cartellone principale altisonante e di profilo internazionale, il Festival si attivi per creare opportunità anche per le espressioni artistiche del territorio».

Con un’anticipazione già domenica scorsa, si va avanti da giovedì 10 a domenica 13 ottobre con performance continue nel pomeriggio e alla sera, diverse ad ogni ora e, nel week-end, anche alle ore 11.00 e 12.00, con proposte adatte ad ogni target di pubblico. 

Alle 18.00, al Palazzo Comunale, con Leggende di Re, Santi e Bestie magiche di e con Miriam Santopolo. Si prosegue, alle 19.00, con Il calice di Dioniso – Memorie dal mito di spirito e materia, alle 20.00 Athena e le altre cornacchie a cura di Nino Galea. Alle 22.00, Canto alla durata di e con Alberto Micelotta.

Domani, si parte alle 17.00 con la lettura poetica I passi di Bacco, a cui seguirà, alle 18.00, con racconti intriganti e danze di cibo e d’intorni. Alle 19.00, la Tavola di Afrodite di e con Anna MacrìPorta Cenere. alle 20.00, A tavola con Cassiodoro con Giampaolo Negro. Alle 21.00, L’oracolo, mentre alle 22.00 Le baccanti.

Sabato 12 ottobre, si parte alle 11.00 con il lunch Box con Romina Mazza. Alle 12.00, Rintocchi del melograno, operina sperimentale. Alle 17.00, Narrazioni musicali – tempo 1 con Giulio Scalise al pianoforte Dario Callà. A seguire, Narrazioni musicali – tempo 2 con Alberto CapuanoMaria Vacca al pianoforte.

Alle 19.00, La Tavola dei poveri, la Tavola dei Re, gioco di Teatro semiserio con Anna BroccardoGiuseppe Boccaleone. Alle 20.00, In viaggio con Alessandro Rizzo. Alle 21.00, Luci sonore con Andrea Mellace. Alle 22.00, L’uomo e il genio, Leonardo nei racconti e nelle immagini di Chiara Giordano.

Domenica 13 ottobre, si parte alle 11.00, con il concerto di Scheria, una lieve performance de Il Coro Kiwanis di voci bianche di Cosenza. Alle 12.00, Donne di musica, un aperitivo musicale con le arie appassionate delle donne del melodramma italiano. Alle 16.00, Narrazioni musicali – tempo 3 con Beatrice DaraAndrea Fucà e Flavio Lo Giudice al pianoforte. A seguire, Narrazioni musicali – tempo 4 con Gabriele Giannotti al pianoforte.

Alle 18.00, la performance le favole del frutto proibito di Riccardo Zaccanelli. Alle 19.00, Di Ulisse e del re delle capre. Alle 20.00, Narrazioni musicali – tempo 5 con Vincenzo Palermo (pianoforte) e Maya Palermo (flauto). Alle 21.00, il poema cameristico Rauche bestie con Vincenzo Palermo e Andrea Mellace (percussioni). Alle 22.00, In carne con Emi BianchiAlberto Micelotta. (rcz)

BORGIA (CZ) – Stasera Massimo Ranieri

Questa sera, a Roccelletta di Borgia, alle 22.00, al Parco Scolacium, il concerto Malìa Napoletana di Massimo Ranieri.

L’evento rientra nell’ambito degli eventi off del cartellone di Armonie d’Arte Festival, diretto da Chiara Giordano.

Ranieri sarà accompagnato da una band di stelle della musica italiana per il concerto evento in cui rivisiterà i grandi classici della canzone napoletana. Straordinaria la formazione di musicisti composta da Stefano Di Battista ai sassofoni, Marco Brioschi alla tromba e al flicorno, Rita Marcotulli al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Israel Varela alla batteria.

Massimo Ranieri, dopo lo strepitoso successo ottenuto al Teatro “San Carlo” di Napoli, al Teatro “la Fenice” di Venezia e al Teatro “Petruzzelli” di Bari, presenterà anche allo Scolacium le canzoni del suo nuovo album Malìa, un viaggio attraverso i grandi classici della canzone napoletana rivisitati in chiave jazz. Da Malafemmina di Totò a Dove sta Zazà, passando per Strada ‘nfosa di Modugno e Torero di Carosone, Ranieri arriva al secondo capitolo del suo personale viaggio nella canzone napoletana declinata in questa speciale versione, iniziato nel 2015 con l’album Malia – Napoli 1950-1960, non tralasciando però i suoi successi di sempre da Rose Rosse a Perdere l’amore, da “Vent’anni” a “Erba di Casa Mia”.

Malìa, realizzato con la produzione di Mauro Pagani e la direzione organizzativa di Marco De Antoniis, sorprende per eleganza e originalità: nella loro rielaborazione morbida e spesso intessuta di assoli ammalianti, i brani acquistano nuova eleganza grazie alla voce di Ranieri, dando vita a un mix ironico e frizzante tipico dell’espressività partenopea, ma al tempo stesso elegante e pieno di sfumature dal sapore americano. Ne viene fuori un lavoro delicato, gentile e aggraziato, dove la voce di Ranieri disegna emozioni che dal vivo diventano ancora più intense. Un evento straordinario per chi ama la musica napoletana e, in generale, la musica leggera italiana, realizzato in collaborazione tra GFentertainment di Gianluigi FabianoArmonie d’Arte Festival e Fatti di Musica, il Festival del miglior live di Ruggero Pegna. Entrambi i Festival riconosciuti dall’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria quali “Grandi Festival Storicizzati Internazionali” per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria.

«L’attesissimo concerto di Massimo Ranieri – ha dichiarato Chiara Giordano – è un evento della sezione off del nostro Festival, un fuori programma, nel segno dell’apertura di Armonie d’Arte ai più importanti promoter musicali del nostro territorio e dell’apertura ad artisti e musica del genere pop e di grande pubblico per l’indubbia popolarità di cui godono». (rcz)