COTRONEI (KR) – La sagra della Castagna

Dal 5 al 7 novembre, a Cotronei, a Piazza della Solidarietà, è in programma la 12esima edizione della bSagra della Castagna, organizzata dall’Associazione Circolo Noi con Voi.

Una tre giorni ricca di eventi, che si aprirà alle 10 con l’esposizione e valutazione dei lavori del concorso scolastico sul tema La castagna tra tradizioni e leggende. Sabato 6, invece, alle 17 prenderà il via la Sagra, con giochi tradizionali, stand gastronomico e, alle 18, il concerto Live Music con i successi italiani e internazionali.

Domenica 7, invece, alle 11 musica e balli con I Giganti di Taurianova, mentre alle 16 è in programma lo spettacolo di magia per bambini, nella Sala delle Conferenze. Alle 17, riparte la Sagra con crustuli, musica e balli con I Giganti di Taurianova, gioco tradizionale e caldarroste.

Alle 18, musica e balli con il gruppo All’uso Antico. A seguire, la premiazione del concorso scolastico. La manifestazione si chiuderà alle 20 con l’estrazione della Riffa tradizionale. (rkr)

Parte da Cotronei il progetto “Montagna Calabria” del Fisi Calabro Lucano

È da Cotronei che è partito il progetto Montagna Calabria – Viaggio alla scoperta delle montagne calabresi attraverso gli sport invernali, ideato dal Comitato FISI Calabro Lucano, con l’obiettivo di promuovere, attraverso le discipline attinenti alla Federazione Italiana degli Sport Invernali, la pratica sportiva e la conoscenza del territorio montano calabrese.

Il Villaggio Baffa di Cotronei, infatti, ha ospitato nello scorso weekend una rappresentativa di atleti dello sci nordico di tutte le età provenienti da Calabria, Sicilia e Basilicata che venerdì 22 e sabato 23 ottobre hanno preso parte al Junior Nordic Campì, stage tecnico tenuto dagli istruttori federali Tommaso Tamburro e Alessio Giancola sotto la supervisione del responsabile del settore Fondo Pino Mirarchi.

Insieme agli allenamenti, atleti ed accompagnatori hanno avuto inoltre l’opportunità di assistere all’incontro formativo sul tema Sport, ecologia ed educazione ambientale con i contributi del delegato regionale FISO-Federazione Italiana Sport Orientamento, Bernardo Madia e della consulente di marketing e comunicazione del Parco Nazionale della Sila, Noemi Guzzo: entrambi si sono soffermati sull’importanza della sostenibilità e della tutela ambientale, argomenti particolarmente sentiti da chi pratica gli sport outdoor, come sono appunto le discipline FISI.

Il workshop è stato preceduto dalla presentazione del progetto a cura della Presidente del CAL, Bianca Zupi, che nell’introdurre il programma delle attività ha affermato: «Abbiamo l’ambizione di promuovere un’offerta sportiva e turistica di qualità su tutto il territorio, un marchio unico di alto livello basata sul rispetto della natura e sulla valorizzazione delle peculiarità della Calabria».

È intervenuto, portando i saluti della direzione nazionale di Sport e Salute, il segretario regionale Walter Malacrino, convinto che lo sport debba parlare un linguaggio univoco di sostenibilità e consapevolezza.

La prima tappa del progetto “Montagna Calabria” si è conclusa domenica 24 ottobre con la competizione interregionale di Skiroll – Gimkana a Tecnica Libera “2° Roller Cup Villaggio Baffa”, che ha visto primeggiare per la cat. Giovani maschile Mario Danut Arhire (SC Linguaglossa), Francesco Bitonti e Alessandro Lamanna (SC Montenero) e Alice Maria Mazzaglia (SC Nicolosi) nello Juniores femminile.

Per le categorie Children maschile e femminile il podio è andato a Gianluigi Gualtieri, Salvatore Crispo, Giovanni Minardi, Cristina Succurro, Antonia Chiarello e Stefania Mirarchi, tutti tesserati con lo Sci Club Montenero. Fra i Giovanissimi hanno primeggiato nel maschile Francesco Maugeri (SC Linguaglossa), Federico Di Bella e Cristian Santangelo (SC Nicolosi); nel femminile Agnese Poggese, Marta Lobarco (entrambe dello SC Terranova di Pollino) e Dezia Merandi (SC Montenero).

Organizzazione a cura dello Sci Club Montenero di S. Giovanni in Fiore (Cs) in condivisione con il Comitato Calabro Lucano FISI e con il patrocinio del Coni regionale. (rkr)

Mario Tangari, ortopedico traumatologo, devoto di Natuzza e innamorato della Calabria

La sua professione di medico ortopedico-traumatologo lo ha portato lontano dalla Calabria che l’ha visto nascere a Cotronei, nella Sila crotonese, ma il dott. Mario Tangari non ha mai dimenticato la sua terra, tanto che adesso ha dato la sua disponibilità per il prossimo Consiglio comunale della sua città. A Cotronei, Tangari è nato e ci torna spesso, con la segreta aspirazione di poter fare qualcosa di rilevante e di importante per questo borgo che ha un centro storico bellissimo. Tangari ha raccontato in un libro la sua devozione per Natuzza Evolo e non perde occasione di attivare iniziative di carattere sociale e assistenziale a favore del terzo settore, prestando gratuitamente la sua opera e investendo risorse e idee.

La candidatura di Tangari al Comune di Cotronei è nata quasi per caso, in una lista civica che ha un nome singolare, Svolta la carta, che sintetizza la voglia di rinnovamento dei giovani di Cotronei in un movimento che ha siglato un accordo politico culturale con l’associazione Rinascimento che fa capo a Vittorio Sgarbi.

Il dott. Tangari ha le idee chiare sulla “svolta” da imprimere a Cotronei: «Innanzitutto, valorizzazione dell’area termale, a da anni dimenticata e trascurata, con l’obiettivo di costituire un centro di riabilitazione respiratoria vista l’eccezionale qualità dell’aria purissima della zona, ma anche utilizzare le acque termali per la cura di malattie reumatiche, e post-traumatiche. Si consideri che a pochi chilometri da Cotronei c’è un’aviosuperficie che può essere utilizzata per il trasporto urgente di pazienti acuti e neurolesi della strada di tutta la regione in centri specializzati regionali ed extra regionali».

«Ho deciso di tornare al mio paese – ha detto Tangari – per offrire le mie competenze nel campo della traumatologia e dell’ortopedia per garantire ai miei compaesani un servizio medico efficiente, non a fini di lucro, ma basato soprattutto sul coinvolgimento di associazioni di volontariato e strutture del Terzo settore in grado di rivitalizzare il borgo e garantire un rilancio in termini di crescita e sviluppo turistico e ambientale. L’aria qui è straordinariamente pura, Cotronei può diventare un punto di riferimento eccellente per chi ha bisogno di riabilitazione respiratoria, soprattutto a seguito di patologie prodotte dal covid. Ci sono anche grandi opportunità di turismo per chi ama la montagna e la neve che diventerebbero occasione di lavoro stabile per molti giovani della zona. Per questo è necessario un radicale rinnovamento. E per questa ragione mi sono sentito obbligato a scendere in campo per impegnarmi totalmente nel luogo della mia infanzia. A questo proposito vorrei avviare un centro di ricerca scientifica, in collaborazione con il nascente Istituto Dulbecco di Lamezia, al fine di indirizzarvi i giovani laureati della zona e contribuire a limitare l’emigrazione intellettuale che affligge la nostra terra».

Di Natuzza Evolo (che lo ha “guarito” da un brutto male) Tangari è un devotissimo “figlio” e ama riferire le incredibili vicissitudini che lo hanno portato a scoprire la mistica di Paravati e lasciarsi conquistare dalla sua semplicità e dalla straordinaria aura che la cingeva. Nel suo libro c’è il racconto avvincente di un incontro che gli ha cambiato la vita. Inventore di protesi brevettate e utilizzate in tutto il mondo, una luminosa carriera professionale con grandi soddisfazioni, il dott. Tangari afferma che la voce di Natuzza lo ha sempre guidato negli anni successivi al primo quasi occasionale incontro. La stessa voce che gli ha chiesto di occuparsi adesso dei suoi compaesani a Cotronei. (rp)

COTRONEI (KR) – Aperto lo Sportello di ascolto e supporto per le famiglie

È stato aperto, a Palazzo Russo di Cotronei, Spazio per la famiglia, lo sportello di ascolto e supporto per le famiglie, che ha come missione quella di combattere e contrastare fenomeni di disagio e povertà.

Il servizio, inaugurato il 7 giugno, fa parte di un più ampio progetto redatto da parte del Distretto socio-sanitario di Mesoraca, approvato della Regione Calabria con il supporto del Co.Pro.S.S., ed è attivo da lunedì a venerdì, nella fascia oraria 15.30-19.00, con lo scopo di seguire i nuclei familiari nei percorsi di vita quotidiana, aiutandoli ad affrontare e superare determinati momenti di difficoltà.

«In particolare, lo sportello – ha spiegato Nicola Belcastro, presidente del Distretto socio-sanitario di Mesoraca e sindaco di Cotronei – offre supporto e ascolto individuali, legati alla sfera della genitorialità; ascolto, supporto e sostegno psicologico, rivolto a genitori e minori; percorsi di sostegno alla genitorialità, dedicati a famiglie che si confrontano su temi di interesse comune, in gruppo e guidati da operatori esperti; spazio di ascolto, accoglienza e orientamento a chi subisce violenza o maltrattamento in famiglia; attività laboratoriali o eventi dedicati a sostenere la relazione adulto-bambino o adulto-adolescente, tramite un approccio ludico finalizzato a sostenere il “piacere di fare insieme”; incontri tematici sulla genitorialità e sulle relazioni familiari».

«Tutte le attività – ha concluso Belcastro – saranno svolte seguendo le normative anti-Covid previste dal Dpcm sul Coronavirus. Si tratta di una straordinaria opportunità di crescita per l’intera comunità».

Per avere maggiori informazioni sul servizio attivato si può contattare il numero 0962952681, oppure inviare una mail all’indirizzo info@spazioperlafamiglia.it. (rkr)

COTRONEI (KR) – Il Comune intitola il Parco Giochi a Teresa Scavelli

Una bellissima iniziativa, quella dell’Amministrazione comunale di Cotronei, che ha deciso di intitolare il parco giochi, ancora in fase di realizzazione, alla loro concittadina Teresa Scavelli, scomparsa tragicamente in Svizzera per salvare la vita ai tre bambini che accudiva.

Alla donna il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha assegnato la Gran Croce d’Onore alla Memoria, con questa motivazione: «La signora Scavelli non ha esitato a mettere la sicurezza e la stessa sopravvivenza dei minori a lei affidati davanti alla propria vita, sacrificandola in nome dei più alti valori umani e morali. Ella si è, pertanto, proposta come straordinario esempio anche per l’immagine dei cittadini italiani nella società svizzera».

«La scelta di intitolare il parco giochi a Teresa Scavelli – ha commentato il sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro – è stata positivamente accolta da tutta la comunità e dalle istituzioni locali. Apprezzando le considerazioni che sono alla base della motivazione del Presidente della Repubblica, già da tempo avevamo intenzione di ricordare il sacrificio di Teresa ed il significativo gesto svolto dalla stessa. L’intitolazione del realizzando parco giochi, luogo dove si esprimerà la vitalità e la giovialità dei ragazzi, è sicuramente la scelta più consona».

«La vita di Teresa, l’esigenza di dover lasciare la terra natia per spostarsi in altra sede, rappresentano una delle tante difficoltà e contraddizioni di questo nostro territorio – ha proseguito Belcastro –. L’intitolazione di un luogo simbolo per i giovani ed i bambini in particolare, rappresenta un modo per tenere alta la memoria su una nostra concittadina, che non ha avuto remore nel proteggere la vita di tre minori a costo della sua. Occorre ricordarla insieme a ciò che ha fatto: questa è una dolorosa storia di eroismo e anche di immigrazione che racconta il coraggio e la sofferenza dei nostri connazionali che hanno servito e servono altri Paesi e altre comunità fino all’estremo sacrificio». (rkr)

COTRONEI (KR) – Il sindaco chiede alle autorità di nominare medici di medicina generale

Il sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro, in una lettera inviata al direttore generale dell’Asp di Crotone, Domenico Sperlì, al commissario della sanità calabrese, Guido Longo, il dg del Dipartimento Tutela Salute della Regione Calabria, Francesco Bevere e il prefetto di Crotone, Maria Carolina Ippolito, ha chiesto l’urgente attivazione delle procedure relative alla nomina dei medici di medicina generale sul proprio territorio.

«Non ci sono medici addetti all’assistenza generale, tre sedi sono vacanti da tempo e alla fine del mese se ne libererà una quarta – scrive il primo cittadino -. Siamo di fronte a una situazione ingestibile, considerando anche e soprattutto le criticità dovute all’emergenza da Covid19. Sarebbe, dunque, opportuno – prosegue – che gli enti preposti adottino i necessari atti, urgenti e indifferibili, per la nomina dei professionisti in questione. Non possiamo ledere il diritto alla salute dei cittadini».

Il sindaco Belcastro, sottolineando l’importanza di «tutelare e salvaguardare la salute della comunità e nella fattispecie dell’intero paese di Cotronei», inoltre ha aggiunto: «posta l’assenza di quattro medici di medicina generale, rimarrebbero in servizio soltanto due professionisti di tale branca più un pediatra. Ciò risulta impensabile – a fronte di una popolazione di circa 5.500 cittadini, a cui si somma la molteplicità di pazienti ricoverati nelle strutture sociali del territorio – se si vogliono effettivamente garantire i diritti costituzionali dei cittadini, in primis quello alla salute». (rkr)

CROTONEI (KR) – Via libera per realizzare l’Ecomuseo dell’idroelettrico silano

A Crotonei nascerà l’Ecomuseo dell’idroelettrico Silano. Il progetto, approvato dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Nicola Belcastro, ha un valore complessivo di 150 mila euro, è stato concordato e finanziato dalla A2A Spa, impresa multi-utility italiana che opera nel settore dell’ambiente e dell’energia.

Obiettivo del progetto, è avviare un processo di conoscenza dell’idroelettrico silano: la scoperta da vicino dei luoghi storici e infrastrutture, funzionanti e dismesse, creando una relazione tra la memoria storica rappresentata dai siti di archeologia industriale che hanno segnato un’epoca, e lo sviluppo industriale in cui la macchina inizia a sostituire il lavoro manuale, vissuto dagli “elettrici” con documentazioni testimoniali e fotografiche d’archivio da mettere a valore.

La struttura progettuale immateriale, il piano di marketing e la proposta di immaginare la nascita dell’Ecomuseo come formula istituzionale è stata ideata e progettata da un team professionale costituito da Maria Volpe project manager che ha supportato l’ufficio tecnico Comunale, dalla sociologa Stefania Emmanuele esperta di Ecomusei e da Sara Bitonti, nel ruolo di referente/facilitatore territoriale.

L’esecutività del progetto è stata affidata alla Contatto srl che provvederà alla realizzazione degli strumenti digitali e tecnologici per la fruizione dell’ecomuseo e alla sua identità visiva.

«L’opera – si legge nella delibera municipale – costituirà una vera e propria testimonianza storica per il territorio silano, rappresentando, altresì, un’occasione di fruizione turistica, di positivo e durevole impatto socio-economico, occupazionale ed ambientale. A titolo esemplificativo – è scritto sempre nella delibera -, si realizzeranno aree di sosta e sentieri panoramici, con pannelli didattico-informativi per rendere leggibile e fruibile anche turisticamente il paesaggio silano interessato dalle centrali idroelettriche».

I siti di archeologia industriale saranno resi fruibili attraverso percorsi esperienziali, corredati da pannelli informativi con sistema QR code, per accedere a contenuti multimediali. Il Museo dell’idroelettrico esistente e il Teatro comunale delle Vittorie fungeranno da antenne per facilitare l’interpretazione e la fruizione dell’ecomuseo.

In sintesi, il patrimonio esistente sarà messo nelle condizioni di esprimere il valore identitario del territorio, facendo leva sulla partecipazione della comunità locale in tutte le sue espressioni e stimolando nuove economie.

L’ecomuseo è un museo del territorio, non circoscritto in un edificio, ma proiettato nel paesaggio che diventa un grande laboratorio vivente.

L’area di interesse generale per la creazione dell’Ecomuseo dell’Idroelettrico silano riguarda il territorio che attraversa il sistema idroelettrico dell’Asta Silana che comprende le centrali di Orichella, Timpagrande e Calusia, regolate dai serbatoi Arvo e Ampollino. Gli impianti si sviluppano fra le province di Cosenza, Orichella nel comune di San Giovanni in Fiore, e la provincia di Crotone, la centrale di Timpagrande nel comune di Cotronei e Calusia nel comune di Caccuri. Sono collocati a diverse quote che variano dai 1.271 a 103 metri con un dislivello di 1.168 metri.

Tutti gli stakeholders (enti, associazioni di categoria, comunità locale, imprese, associazioni giovanili e femminili, cittadini, etc.) saranno coinvolti sinergicamente nella condivisione dell’idea comune di sviluppo del progetto per le diverse fasi storiche/sociali/culturali. (rkr)

COTRONEI (KR) – Buona la prima per la stagione teatrale

Un successo il primo spettacolo della stagione teatrale di Cotronei, inaugurata con Un calabrese a Roma di Gennaro Calabrese.

«Vedere occupate tante poltrone del Teatro Comunale – ha dichiarato il sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro – tra i riferimenti culturali più vivaci e frequentati della provincia di Crotone, per salutare l’inizio della stagione del nuovo anno, ci convince a continuare sul percorso intrapreso ormai da anni, insieme con il promoter Pipicelli: promuovere occasioni di crescita culturale e sociale attraverso la proposta artistica».

Il cabaret di Gennaro Calabrese, comico ed artista calabrese di fama nazionale ha divertito per due ore di puro spettacolo i numerosi spettatori, anche dal territorio, che hanno riempito la struttura di via San Giuseppe.

Alla prima data del ricco cartellone insieme al Primo Cittadino erano presenti anche il Presidente del Consiglio Comunale, Barbara Cerenzia e diversi rappresentanti istituzionali e del mondo associativo del territorio.

Il prossimo appuntamento è per sabato 22 febbraio, con lo spettacolo Signori si nasce? Elogio alla finzione della Compagnia Apollo Aleo di Cirò Marina.

 

COTRONEI (KR) – Presentata la stagione teatrale

Al via, a Cotronei, al teatro Comunale, la 14esima edizione della stagione teatrale, promossa dall’Associazione Culturale Angolo 12 e a cura del promoter Giuseppe Pipicelli.

Il sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro, esprime soddisfazione per i numero ed i risultati della campagna abbonamenti.

«È il segnale – ha sottolineato il sindaco Belcastro – di una sensibilità che cresce verso questa arte, autentico momento di accrescimento culturale. Incoraggiare e organizzare iniziative e manifestazioni culturali – conclude – significa produrre ricchezza per tutti».

Si parte domani pomeriggio, con Gennaro Calabrese e il suo spettacolo Un calabrese a Roma, per poi proseguire il 22 febbraio con lo spettacolo in vernacolo Signori si nasce, a cura della Compagnia Teatrale “Apollo Aleo”.

Il 28 marzo, in scena U figgju e tutti della Compagnia Hercules e con Piero Procopio, mentre il 24 aprile è previsto il Concerto Mediterraneo di Giuseppe Pipicelli e con il tenore Vincenzo Acanfora. Il 9 maggio in scena L’apparenza inganna della Compagnia Krimisa, mentre il 23 maggio, chiude la stagione Martufello con il suo nuovo ed inedito spettacolo. (rkr)